Home | Le notizie | Lo sport | I canali | Le tue foto | Brindisi Links | E-mail |

.Le news di Brundisium.net
.Lo sport: calcio, basket, volley

.I canali di Brundisium.net:

...· Approfondimenti
...· Appuntamenti
...· Arte
...· Beauty & Wellness
...· Brindisi vista da...
...· Cinema
...· Economia
...· Formazione e Lavoro
...· Frequently Asked Questions
...· Isola di G. Sciarra
...· Le tue foto
...· Libri
...· Musica
...· Personaggi
...· Poesia
...· Pubblica utilità
...· Salute
...· Scompartimento
...· Stelle e Strisce
...· Teatro
...· Università
...· Viaggi
...· Video

Brundisium.net
.Ti dico la mia
.Saluti
.La bacheca del calcio
.Il tabellone del basket
.Il muro del volley
.Baci e carezze
.Alma Mater
.La Chat di Brundisium.net
.Indice del sito
.Invia le tue foto
Brundisium.net
Salute: Sentieri di veritÓ: la nocivitÓ sconfina dalla fabbrica. Di Maurizio Portaluri



Ultime pagine I canali Ricerca

Salute » 28/01/2012

Sentieri di veritÓ: la nocivitÓ sconfina dalla fabbrica. Di Maurizio Portaluri

Alla fine dello scorso anno Ŕ stato pubblicato un lavoro scientifico dal titolo suggestivo: "Analisi spaziale del rischio di diversi tumori in relazione all'impianto petrolchimico".
Gli autori sono tre ricercatori, due del dipartimento di scienze statistiche dell'UniversitÓ di Bari (Crescenza Calculli e Alessio Pollice), ed uno (Maria Serinelli) dell'Arpa Puglia.
Gli studiosi hanno analizzato 403 casi di cancro del polmone, della pleura, della vescica e del sistema emolinfopoietico diagnosticati tra il 1999 ed il 2001 (l'unico periodo in cui Brindisi ha avuto un Registro Tumori) e li hanno confrontati con 1694 soggetti, estratti dall'anagrafe sanitaria, residenti negli stessi comuni dell'area considerata, nello stesso periodo e con le stesse caratteristiche di diagnosi, etÓ e sesso. I risultati mostrano che nel primo chilometro di distanza dal petrolchimico si Ŕ verificato un rischio doppio di tumori al polmone ed alla vescica.
Lo studio Ŕ nuovo perchŔ usa i casi diagnosticati e non i casi deceduti, come aveva fatto in una pubblicazione del 2004, l'Istituto Superiore di SanitÓ con la ASL di Brindisi. Allora fu trovato un rischio quadruplicato di morire di cancro al polmone e triplicato di morire di cancro alla vescica per chi aveva una lunga residenza entro 2 km dal petrolchimico.
Onore al merito dei nostri ricercatori, quindi, che mettono le loro competenze al servizio della salute pubblica. PerchŔ non sempre la ricerca Ŕ davvero a servizio dell'uomo e soprattutto dell'uomo pi¨ debole ed indifeso. Neppure quando la ricerca viene sponsorizzata da celebrazioni spettacolari, canti musiche ed inviti tecnologici alle donazioni. Ogni volta Ŕ un problema capire da che parte stia il ricercatore.
Ma cosa Ŕ cambiato in questi anni a Brindisi dopo che il detrimento per la salute derivante dalla distanza della residenza dal petrolchimico Ŕ stato dimostrato nel 2004 e ribadito da questo studio?
Le istituzioni a cui si Ŕ rivolta la richiesta di veritÓ sui danni alla salute rispetto ad alcune fonti di rischio sono silenti, fanno spallucce.Si sentono giuramenti ambientalisti dagli uomini pubblici della pi¨ diversa estrazione ed anche da uomini di chiesa.
Ai rappresentanti delle istituzioni si chiede solo di far rispettare le leggi ambientali. Quel che si chiede in pi¨ e che fa la differenza tra i complici di questa violenza ed i suoi veri nemici Ŕ la volontÓ di accertare i danni e fermare questi abusi sugli uomini e sulle donne di Brindisi.
Il recente studio SENTIERI (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio di Inquinamento) sui siti di interesse nazionale per le bonifiche propone di svolgere a Brindisi tre tipi di studi:
a) studi subcomunali, tra la popolazione che vive nelle vicinanze di fonti di rischio (petrolchimico e centrali);
b) studi occupazionali per indagare la salute dei lavoratori;
c) il biomonitoraggio per la ricerca degli inquinanti negli organismi delle popolazioni pi¨ esposte.
Eppure i responsabili dello studio SENTIERI non sono gli "ambientalisti" ma ricercatori dell'Istituto Superiore di SanitÓ, cioŔ l'organo tecnico della massima autoritÓ sanitaria nazionale.
PerchŔ, allora, girarsi dall'altra parte?
Aggiungerei la necessitÓ di studi sui bambini e sulle donne incinte alla luce dei dati del CNR sulle malformazioni neonatali. E a Ceglie perchŔ non si fa uno studio analitico sui casi di tumore polmonare delle donne? Ed intorno alle numerose discariche a Brindisi e provincia?
Circa gli studi sui lavoratori, da due anni, ancor prima di SENTIERI quindi, si chiede alle tre massime istituzioni locali di rifare l'analisi della coorte del petrolchimico. PerchŔ tanto silenzio anche da parte di coloro che dicono di fare gli interessi dei lavoratori?

Maurizio Portaluri


Ultime pagine I canali Ricerca

Rassegna stampa
Brundisium Tv
Sfondi per il desktop
Fiamma - La sala giochi
Brindisi Links


Chi siamo | Contattaci | Credits | Note per gli utenti | Indice del sito | | Brundisium.net in home page