14/05/2007

Mostra: "Tra Cielo e Mare". Recensione di Domenico Saponaro


Ha aperto al pubblico il 20 aprile la mostra documentaria “Tra Cielo e Mare. Ottant’anni di aviazione e industria aeronautica a Brindisi”, organizzata dall’Archivio di Stato di Brindisi e curata da Elena Lenzi.

Attraverso un copioso e puntuale corpus di fonti archivistiche, con splendide fotografie, cartoline, pagine di giornale e altro interessante materiale d’epoca, la rassegna ripercorre la storia dell’infrastruttura aeroportuale e dell’industria aeronautica brindisina: “un segmento importante, finora trascurato, della storia della città – osserva Carmelo Pasimeni nel suo saggio in catalogo - una storia continuamente alle prese con scelte imposte […] e non sempre funzionali all’ammodernamento del tessuto urbano e a un più razionale uso delle risorse di cui pure disponeva.”

Nella meticolosa ricostruzione delle vicende che hanno di fatto attraversato il secolo scorso, Elena Lenzi, coadiuvata nella ricerca storica da Maria Ventricelli, muove dagli anni che precedono la prima guerra mondiale, in cui viene manifestato il forte interesse delle forze armate italiane nei riguardi del porto di Brindisi, strategicamente importante per posizione geografica e morfologia, tanto da insediarvi un comando di difesa prima (1910), una base navale poi (dal 1913) e infine una stazione per idrovolanti (operativa dal 1916).

Sul versante civile, occorrerà invece attendere la metà degli anni Venti per la costituzione della società Aero Espresso Italiana che utilizzerà gli hangar dell’idroscalo militare per il ricovero dei propri velivoli e successivamente realizzerà proprie infrastrutture in zona “Fontanelle”.
Con gli anni Trenta si giunge alla nascita dell’industria aeronautica con l’insediamento della SACA che si affermerà anche in ambito internazionale per l’elevata professionalità dimostrata dalle maestranze brindisine nel campo della riparazione e revisione degli aerei; i cantieri chiuderanno nel 1977 per fallimento della società, con conseguenze drammatiche sul versante occupazionale e difficili e articolati sviluppi sul piano delle acquisizioni societarie, fino a toccare i nostri giorni.

In un riuscito connubio tra rigore storico-filologico e appeal emozionale (non sempre le due qualità riescono a coniugarsi), la rassegna, ben allestita dalla Farm di Lecce, si snoda nelle sale dell’Archivio di Stato, andando a toccare le diverse - ed alterne – fasi di un settore che ha segnato in misura rilevante il Novecento brindisino.

Determinante, al riguardo, anche l’apporto di Donato Peccerillo e Paolo Re per le ricerche iconografiche, con esiti di assoluto interesse sul piano dell’apparato espositivo.
Come al solito ottimo, infine, il catalogo - sia per i contributi storici sia per i contenuti documentali e illustrativi, all’altezza di un consolidato standard qualitativo ed editoriale, che riflette l’alto profilo scientifico e, nondimeno, l’impronta divulgativa degli appuntamenti espositivi voluti negli ultimi tre decenni dall’Archivio di Stato di Brindisi, sotto la direzione di Marcella Guadalupi.

Domenico Saponaro

“Tra Cielo e Mare. Ottant’anni di aviazione e industria aeronautica a Brindisi”
Mostra documentaria
Archivio di Stato – piazza Santa Teresa 4 – Brindisi
Fino al 30 maggio 2007

Orari:
dal lunedì al sabato ore 9.30 – 13.00;
martedì, mercoledì, venerdì, sabato 17.00 – 20.00.

Informazioni: e prenotazioni visite guidate: 0831-523412/13