December 5, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Amara sconfitta per la Cedas Avio Brindisi nel posticipo serale sul campo della Virtus Lecce per due a uno, secondo stop consecutivo per la formazione brindisina nei due match consecutivi giocati lontano dalle mura amiche. La squadra guidata da mister Di Serio certamente può recriminare sui due legni colpiti, uno per tempo, da Rollo e Manta oltre a un calcio di rigore non realizzato da Suti oltre a una lunga lista di assenze tra squalifiche e infortuni. Gara subito in salita per la Cedas Avio Brindisi che si trova sotto di una rete dopo appena cinque minuti per un calcio di rigore procurato da Lepera e realizzato da Pascali. Arriva immediata la risposta della Cedas che si riversa subito nella metà campo avversaria e sfiora il pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo con la traversa che nega a Rollo la prima marcatura della stagione. Ci prova sempre il calzino brindisino pochi minuti dopo ma il suo colpo di testa termina di poco alto sulla traversa. La Cedas mantiene il possesso della sfera e prova a trovare spazi nell’attenta retroguardia avversaria. I padroni di casa controllano il risultato riescono ad arrivare all’intervallo con una rete di vantaggio nei confronti della squadra brindisina. Nella ripresa la musica non cambia e la Cedas a fare la gara con un lungo possesso palla e con gli inserimenti di Manta e Giorgino che non si concretizzano in veri e propri pericoli alla porta avversaria. La Cedas ci prova anche con tiri dalla distanza senza però inquadrare lo specchio della porta leccese. Col passare dei minuti la formazione ospite alza il proprio baricentro è poco dopo la mezz’ora ha l’occasione più importante per il pareggio con un calcio di rigore che Suti calcia debolmente sulla respinta però è pronto Manta in mischia a depositare la sfera in rete. Passano però solo 2 minuti e sul capovolgimento di fronte sugli sviluppi di un calcio d’angolo e nuovamente la Virtus Lecce a trovare la rete del due a uno grazie alla deviazione aerea di Luperto. La Cedas subisce il contraccolpo psicologico ma prova a testa bassa a farsi vedere in avanti alla ricerca del nuovo pareggio. Il risultato però non cambia e la Cedas ora sarà chiamata a cercare il riscatto domenica pomeriggio quando ospite del proprio centro sportivo sarà il Real Galatone.

Ufficio Stampa Cedas Avio Brindisi

No Comments