July 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Apprendiamo con stupore come RFI abbia deciso, in modo unilaterale, la riduzione del controllo della stazione centrale di Brindisi, accentrando il tutto a Bari.
Tale decisione continua ad impoverire il territorio, oltre a sacrificare diverse unità lavorative che magari saranno trasferite in altre realtà operative e, sicuramente, rappresenterà un grande problema per tutte quelle aziende brindisine, diverse e di notevole dimensioni, che utilizzano il sistema ferroviario per il trasporto merci. Tra l’altro, il Comune di Brindisi, da anni persegue l’obiettivo di completare, con una grande opera, il raccordo ferroviario per lo scalo merci al di fuori del centro abitato che consenta uno sviluppo dei servizi al territorio.
Siamo fermamente contrari a tale ipotesi di svuotamento delle funzioni della stazione centrale di Brindisi che non può essere paragonata ad un comune intermedio di bassa rilevanza di traffico passeggeri e merci.
Pertanto Sig. Sindaco e Presidente della Provincia, visto che non ci sono i tempi per organizzare un consiglio monotematico su questa questione, riteniamo che comunque sia utile una conferenza dei capi gruppo del Comune e della Provincia, in modo che arrivi nelle mani del Ministero un atto forte di tutte le rappresentanze politiche affinché si sospenda tale provvedimento.

Raffaele Iaia
Commissario cittadino UDC

No Comments