October 16, 2018



Print Friendly, PDF & Email

Continuano, a Teatro Madre, gli spettacoli dedicati ai bambini: venerdì 10 agosto, alle ore 21.00, al Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano (Ostuni), in scena la favola di Hansel e Gretel della Compagnia Il Baule Volante (dai 6 anni)

 

Ogni fiaba ci dona un tassello di esperienza nel cammino della vita. Italo Calvino, in un celebre passo di presentazione del suo libro “Fiabe Italiane”, scriveva: “Le fiabe sono vere. Sono, prese tutte insieme, una spiegazione generale della vita, nata in tempi remoti e serbata fino a noi. Sono il catalogo dei destini che possono darsi a un uomo e a una donna”. E “Hansel e Gretel” non fa eccezione.
In scena, per Teatro Madre, venerdì 10 agosto, alle ore 21.00, al Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano (Ostuni), l’Hansel e Gretel della Compagnia il Baule Volante per la regia di Roberto Anglisani, vero maestro dell’arte del narrare.

 

Una casa al limitare del bosco, una famiglia in difficoltà. Due bambini, soli davanti ad una realtà dura e al bisogno urgente di diventare grandi. Ecco i protagonisti di questa fiaba antica, una fiaba che, attraverso un’affascinante simbologia, ci conduce alla conquista di uno straordinario tesoro.

 

Con “Hansel e Gretel” prosegue un percorso di ricerca sulla fiaba classica e contestualmente un lavoro sulla tecnica della narrazione a due voci. Attraverso l’uso della parola e della essenzialità del gesto si è cercato di trasferire intatti i molteplici significati di una fiaba che da sempre parla alle nostre corde più profonde, capace di avvincere grandi e piccoli con il racconto di un processo di crescita che necessariamente è costellato di difficoltà e di un rapporto con una cruda realtà che si può vincere. Lo spettacolo utilizza principalmente la tecnica del racconto orale, con la sua essenzialità ed immediatezza, nel tentativo di cogliere l’essenza più profonda del racconto, con pochi oggetti e costumi, lasciando alla voce e al corpo tutta la loro forza evocativa.

 

Teatro Madre, per la direzione artistica di Enrico Messina e Daria Paoletta, organizzato da Armamaxa | Pagine Bianche Teatro – Residenza Teatrale di Ceglie Messapica e promosso dal Museo Civico e Parco Archeologico di Ostuni con il contributo del Comune di Ostuni, si concluderà la settimana di ferragosto con lo spettacolo Il Ballo, dell’eccezionale narratrice Daria Paoletta, tratto dall’omonimo libro di Irène Némirovsky (lunedì 13 Agosto, h. 21.00) e con Robin Hood di Armamaxa teatro (dai 5 anni), venerdì 17 agosto, h. 21.00.

 

E’ indispensabile la prenotazione al 389/2656069.

Il botteghino
Il costo del biglietto degli spettacoli per famiglie – rassegna Il Posto delle Favole al Parco – è di 5 euro. Formula Benvenuti nonni: per ogni bambino che paga un nonno entra gratis.

 

Teatro Madre è anche un’occasione per scoprire la storia del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano e dell’antica madre che qui riposa: coloro che acquisteranno un biglietto di uno degli spettacoli avrà la possibilità di usufruire, prima dell’inizio dello spettacolo (h. 20) della visita guidata curata dal Sac La Via Traiana. È necessario prenotare al 389/2656069 e presentarsi in loco entro le ore 19.45.

 

Servizio navetta gratuita da Ostuni per il Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano: partenza ore 20.30 da Piazza Italia (Viale Pola) con fermata nel parcheggio di Via Ten. Specchia. Il ritorno al termine dello spettacolo con le stesse fermate. Numero limitato di posti. Il servizio è su prenotazione: tel. 389 265 6069. Servizio offerto dal Comune di Ostuni in collaborazione con la Stp.

 

INFO IN BREVE
HANSEL E GRETEL
Di Roberto Anglisani e Liliana Letterese
Con Liliana Letterese e Andrea Lugli
Regia di Roberto Anglisani
Musiche Stefano Sardi
Elementi scenografici Enrico Zambianchi

Venerdì 10 agosto 2018 – h. 21.00
Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano | Ostuni
Info: 389/2656069
Aggiornamenti e approfondimenti: https://www.facebook.com/ArmamaxaResidenzaTeatrale

Armamaxa Residenza Teatrale di Ceglie Messapica

No Comments