December 10, 2018



Print Friendly, PDF & Email

5 dicembre 2018 – Il Ministero della Salute con decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.273 del 23 novembre 2018 ha confermato il riconoscimento del carattere scientifico all’IRCCS “Eugenio Medea” di Brindisi, l’ospedale per la riabilitazione pediatrica dell’Associazione La Nostra Famiglia, allocato all’interno dell’ex complesso ospedaliero “A. Di Summa”.
La decisione è stata adottata sulla base dei dati aggiornati relativi ai requisiti necessari per mantenere lo status di istituto di ricovero a carattere scientifico e delle valutazioni effettuate dalla commissione di esperti del Ministero della Salute durante la visita ispettiva svolta il 17 aprile scorso a Brindisi.
Il riconoscimento di “Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico” (IRCCS) identifica strutture sanitarie di particolare interesse nazionale, nelle quali le attività cliniche svolte all’interno dell’Ospedale procedono in stretta sinergia con le attività di ricerca, e sono tese alla costante innovazione dei metodi di cura. Il titolo di IRCCS viene, infatti, riconosciuto dal Ministero della Salute a strutture altamente specializzate chiamate ad essere punti di riferimento nel Paese per qualità delle cure erogate e per la loro capacità d’innovazione e formazione del personale.
Soddisfazione per la decisione ministeriale viene espressa dal Direttore Generale del Polo di Brindisi dell’IRCCS “Eugenio Medea”, Dott.ssa Mariagrazia Bacco e dal Primario dell’Unità Operativa di Neuroriabilitazione pediatrica Dott. Antonio Trabacca, i quali sottolineano il grande apprezzamento manifestato dai componenti della Commissione Ministeriale per il lavoro svolto dal Polo pugliese dell’IRCCS Medea che, a detta dei commissari, promuove un’attività di ricerca ad ampio spettro in tema di neuropsichiatria infantile. Apprezzabile, ancora, secondo i commissari, il 10% di ricoveri extraregionali cioè la capacità del polo di Brindisi di attrarre bambini provenienti da altre regioni.
L’IRCCS Medea è impegnato a Brindisi nella direzione dell’alta specialità riabilitativa nel campo pediatrico, funzione riconosciutagli dalla Regione Puglia e portata avanti come un servizio di elevato livello, a valenza regionale e extraregionale. Il decreto Ministeriale di riconferma, per la struttura di Brindisi significa il riconoscimento dell’eccellenza del lavoro svolto in questi anni nell’ambito delle disabilità infantili più complesse, quelle connesse alle malattie rare, con una produzione scientifica e un’attività assistenziale che ha portato il Centro di Brindisi ad avere una rilevanza non solo regionale, ma anche nazionale – spiega il Primario dell’IRCCS “E. Medea” di Brindisi, Antonio Trabacca. Proprio nel campo delle malattie rare e in particolare dell’atrofia muscolare spinale, oggi l’IRCCS Medea di Brindisi è uno dei pochi ospedali del territorio nazionale autorizzati per la somministrazione del nusinersen, farmaco innovativo con meccanismo di azione di tipo genico, ad oggi il primo e unico farmaco autorizzato per combattere la SMA.

Ufficio regionale Comunicazione
IRCCS “Eugenio Medea” di Brindisi

No Comments