February 22, 2017

Print Friendly

Parziali: 19-15; 47-45; 71-63; 90-90; 106-108
Enel Brindisi: Agbelese 6, Scott 14, Carter 20, Goss 17, Mesicek 5, Cardillo, Moore 8, Capoccia ne, Orlandino ne, M’Baye 33, Sgobba ne, Spanghero 3. Coach: Sacchetti.
Umana Reyer Venezia: Haynes 28, Hagins 16, Ejim 17, Bramos 11, Visconti 3, Filloy ne, Ress 3, Ortner 6, Criconia ne, Viggiano 10, McGee 14. Coach: De Raffaele.
Arbitri: Mazzoni, Baldini, Borgioni

Brutta batosta per l’Enel Basket Brindisi che perde in casa contro la Reyer Venezia e pregiudica l’accesso alla final eight di Coppa Italia.
La sconfitta giunge al termine di una gara intensa decisa da un tempo supplementare che ha premiato la maggiore lucidità degli ospiti, bravi a trovare nel killer istinct di Haynes la chiave per venire a capo di una gara equilibrata.
Brindisi non ha saputo sfruttare l’occasione di avere la meglio di un avversario che ha dovuto fare a meno di Tonut, Filloy e Peric. Gli atleti di Sacchetti, pur giocando una discreta gara offensiva, hanno peccato in difesa lasciando che gli avversari dominassero sotto canestro ed avessero buon gioco nel liberare gli esterni.
Moore e compagni hanno tenuto bene finché hanno realizzato con alte percentuali ma hanno ceduto il passo quando non hanno trovato la via del canestro lasciando esplodere il contropiede lagunare.

Eppure Brindisi è partita alla grande. Nonostante i troppi rimbalzi concessi agli avversari l’Enel è riuscita ad andare al +9 (15-6 all’8′). Venezia ha reagito con un parziale di 0-7, subito rintuzzato per il 19-15 che ha chiuso il primo quarto.

Nel secondo quarto Brindisi subisce l’intraprendenza dei lagunari e va sotto di 6 (25-31) ma reagisce alla grande con un parziale di 15-2 (40-33 al 17′) propiziato dalla buona vena di M’Baye. Prima del riposo lunga Haynes decide di fare sul serio e conduce i suoi al recupero. A metà gara è 47-45.

Al rientro in campo, la New Basket prova l’allungo operando un parziale di 7-0, ma la squadra di De Raffaele non si lascia intimorire riportandosi sul 59-57. L’Enel reagisce e chiude il terzo periodo sul 71-63.

Il grande avvio di Brindisi nel terzo quarto regala il massimo vantaggio di +13 (76-63 ad 8’38” dal termine) ma i giocatori di Sacchetti non riescono a contenere la reazione veneta. Viggiano e compagni rientrano in partita operando un break di 10-0 (76-73) poi mettono la freccia portandosi sul 79-84 a 4’06”.
L’Enel trova in Carter un eccezionale punto di riferimento in attacco ed arriva sull’87-86 ad 1’06”. Poi alcuni errori in difesa consentono a McGee ed Ejim di portare Venezia sull’87-90, ma Carter, in un convulso finale, impatta sul 90 con un tiro da tre. Viggiano fallisce la tripla ed è overtime.

Nella bolgia del PalaPentassuglia Brindisi torna in vantaggio con un gioco da tre punti di Carter ma poi Venezia fa pesare la maggiore esperienza mettendo a segno un parziale di 0-9 in appena 80″. Brindisi tenta il tutto per tutto recuperando fino al 98-99 ma la tripla di Ress e due tiri liberi di Haynes segnano il 98-104 a -35″ dal termine.
L’Enel ci prova fino alla fine ma la sirena segna l’inesorabile sconfitta. Adesso per l’accesso alla final eight occorre sperare nei risultati propizi dagli altri campi.

No Comments

";