November 15, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Cerignola-Mesagne 3-2 (25-20, 10-25, 12-25, 25-20, 19-17)

Note: muri 18-12, errori al servizio 19-14, aces 11-12, errori punto 38-33.

Pallavolo Cerignola: Loria 1, Padua 15, Lippolis, Moschettini 4, Albanese, Gambardella, Pagano 8, Di Rienzo, Nuovo 10, Premoli 8, Di Cambia 7, Guido L1, Mancini L2. All. Drago.

Mesagne Volley: Abbracciavento 6, Iacca 7, Escher 15, Demilito 1, Carbone 14, Liguori 17, Lapenna, Cristofaro 14, Malerba, De Paola, Caforio, Galuppi L1. All. Giunta.

Il Mesagne si ripresenta al Pala Di Leo di Cerignola due anni dopo la bellissima affermazione valsa la promozione in B2. Mr. Giunta schiera il 6+1 base, con Abbracciavento in regia, Liguori opposta, Cristofaro (k) ed Escher laterali, Iacca e Carbone centrali e Galuppi libero. In panchina Demilito, Lapenna, Malerba, De Paola, Caforio.

L’inizio di gara è equilibrato: nessuna delle due formazioni riesce ad accumulare un vantaggio considerevole e si procede a braccetto fino al 18-19 per le gialloblu. Di punto in bianco qualcosa si inceppa nei meccanismi mesagnesi ed il Cerignola riesce a piazzare la zampata vincente chiudendo sul 25-20 con un break di 7-1.

Nel secondo e nel terzo set si assiste ad un monologo del Mesagne Volley. Le ragazze di coach Giunta giocano una pallavolo perfetta, spingendo molto al servizio ed impedendo ogni possibile reazione alle padrone di casa grazie ad un’ottima correlazione muro-difesa. I parziali di 10-25 e 12-25 sono emblematici di una superiorità netta e mai in discussione.

Quando tutto sembra girare per il verso giusto, le gialloblu commettono il grave errore di tirare i remi in barca troppo presto, forse convinte di aver già chiuso la pratica. I ritmi più bassi consentono alle ofantine di rientrare in partita ed il quarto set prende la strada di Cerignola (25-20), costringendo le squadre al tie-break.

Nel quinto parziale Cerignola parte meglio, portandosi sull’11-6 per il massimo vantaggio. Le mesagnesi riescono a rientrare portando il gioco ai vantaggi. Nell’emozionante finale, qualche errore di troppo regala la vittoria alle padrone di casa (19-17).

Mesagne spreca l’occasione di fare un bel salto fuori dalle zone calde e rimette tutto in discussione nella parte bassa della classifica. Una prestazione tra luci ed ombre, nella quale pesano i 38 errori punto (19 al servizio) che hanno impedito alle gialloblu di portare a casa la posta piena in una partita che sembrava ormai chiusa.

MAURO POCI

No Comments