August 18, 2018



Print Friendly, PDF & Email

Proseguono anche nel cuore dell’estate le iniziative del Circolo Arci La Manovella di Mesagne che organizza, nell’Atrio del Castello Normanno Svevo, due appuntamenti imperdibili che mescolano sapientemente musica e poesia.
Si comincerà venerdì 10 agosto alle 21.30 con “Un Nido per la tua voce – Tagore e l’arte di raccontare l’amore”, un reading poetico con musica e danza. Lo spettacolo, con ingresso libero e gratuito, vedrà la partecipazione di Rita Greco (voce), Anya Nova (danza Khatak) e Luca Sparro (chitarra e Bansuri). Poeta, prosatore, drammaturgo e filosofo, Tagore nacque nel 1861 a Calcutta da una famiglia appartenente dell’alta aristocrazia che svolse un ruolo importante nella vita culturale, artistica, religiosa e politica del Bengala. Partendo dalla contemplazione della Natura, Tagore giunge ad una concezione monistica, al credo nell’Assoluto, l’Uno che si trova nell’immensità dei cieli, nella varietà della natura, nella profondità della coscienza. La visione cosmica di Tagore si configura nell’oscillazione tipicamente indiana fra panteismo e teismo, nella ricerca sospirosa di Dio e nell’accettazione della vita in ogni suo aspetto. Per Tagore l’amore è la vita stessa, che scorre rapida o scivola, come il fiume. Il reading offrirà un cammino affascinante tra i bellissimi versi del poeta e filosofo e consentirà di scoprire e assaporare ritmi e sonorità lontane.
Il secondo appuntamento è in programma lunedì 13 agosto alle 21.30, sempre ingresso libero e gratuito, con il concerto dei Kërkim. Il progetto Kërkim nasce a Lecce nel Novembre del 2012 sulla scia di un percorso di ricerca musicale che vuole legare tutte le terre del bacino del Mediterraneo attraverso lo studio delle sonorità: musica mediorientale, flamenco, Balkan, folk salentino e campano, Grecia e Albania. Da quest’ultima terra prende il nome, nel suo significato di ricerca e osservazione, un continuo movimento reso possibile dal dialogo, essenza della worldmusic. Il quintetto intreccia le esperienze e le provenienze musicali di ogni singolo componente, tracciando una strada comune nel viaggio che dalle coste salentine attraversa la Croazia, fa tappa in Macedonia e dalle fisarmoniche Rom arriva ai clarinetti turchi, saluta la Grecia e infine torna in Italia, portando nelle composizioni quelle frequenze, quei ritmi e quei colori, riletti e riarrangiati. Il gruppo è composto da Vincenzo Grasso, clarinetto e sax soprano, Bruno Galeone, fisarmonica, Morris Pellizzari, chitarra e saz, Stefano Rielli, contrabbasso, e Manuela Salinaro, set percussioni (zarb, darbuka, djembè, tar, cajon).
I due appuntamenti sono inseriti nel Cartellone di eventi di Mesagnestate e sono organizzati dal Circolo Arci La Manovella con il patrocinio del Comune di Mesagne e la media partnership di Idea Radio.

No Comments