November 22, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Ieri 8 novembre, alle ore 20.30 circa, un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblica, effettuava un posto di controllo sulla strada statale 16, direzione Nord. Dopo qualche minuto vedeva sopraggiungere un autocarro di colore bianco ad elevata velocità, quindi gli operanti decidevano di procedere al controllo del mezzo, intimando l’alt con apposita paletta di segnalazione.
Il conducente, invece, accelerava ulteriormente la propria andatura, non ottemperando a quanto intimato. Gli operanti si ponevano immediatamente all’inseguimento del veicolo sulla SS 379, chiedendo nel contempo l’ausilio di un’altra Volante. Questa si immetteva sulla suddetta strada statale, riuscendo ad anticipare l’autocarro in fuga. Quindi l’autista frenava ripetutamente la propria andatura al fine di fare arrestare l’autocarro. Il conducente dell’autocarro, vistosi braccato dalle Volanti, una posizionata davanti e l’altra dietro, improvvisamente arrestava la marcia sulla corsia di sorpasso, repentinamente scendeva dal mezzo e dopo aver scavalcato lo spartitraffico, attraversava l’altra carreggiata, facendo perdere le proprie tracce all’interno dei campi incolti circostanti, approfittando dell’alta vegetazione e del buio.
Dagli accertamenti esperirti successivamente il veicolo abbandonato risultava un FIAT IVECO rubato in provincia di Matera. Al suo interno era contenuta una macchina agricola semovente asportata in provincia di Lecce. Entrambi i mezzi sono stati sequestrati e posti a disposizione dell’A.G.

No Comments