December 10, 2018



Print Friendly, PDF & Email

Vibrazioni Divine è il titolo che si è dato hai quattro appuntamenti che si succederanno per l’inaugurazione dell’organo M. Weise nella chiesa dei San Leucio protovescovo al rione Minnuta a Brindisi.  Si respirano nuovi profumi in città, profumi di Arte, Cultura, di Bellezza e sono “profumi” che giungono da più parti. Profumi a volte sopiti ma amai alienati. In questa direzione si pone l’inaugurazione di quest’organo a canne. Il battesimo dello strumento è stato fissato per il giorno lunedì 26 Novembre alle ore 19,30 alla presenza di Sua Ecc.nza Monsignor Domenico Caliandro che lo benedirà.

 

Dopo i mesi necessari per il montaggio, accordatura, intonazione ad opera della ditta “Organaria Isontina” e del suo bravo e schivo titolare, Gianluigi Maras, viene benedetta questa opera che oltre ad accompagnare le liturgie della comunità locale, si spera, sia un riferimento per la città e nuova palestra per giovani che vorranno praticare questa strada.

 

La composizione fonica dell’organo elenca 16 registri, due tastiere, una pedaliera di 27 pedali, con una trasmissione elettrica.

 

All’organo M. Weise ci sarà il giovane talento potentino Carmine Lavinia, laureando nel biennio specialistico in organo al Gesualdo da Venosa di Potenza e frequentante la classe di direzione di coro presso l’Istituto pontificio di musica sacra di Roma. Lavinia ha avuto già occasione di presentarsi al pubblico ricevendo lusinghieri consensi come organista e come direttore di coro.

 


Il programma per l’occasione prevede di D. German: Festive trumpet tune; D. Buxtehude: Preludio, fuga e ciaccona; di D. Zipoli: Pastorale, per giungere al principale compositore per la musica d’organo J. S. Bach con il preludio al corale Kommst du nun, Jesu e il monumentale Preludio e tripla fuga in Mi bem. magg.; si continua con Padre Davide da Bergamo: Elevazione in Re min.; degna la conclusione di C. Tournemire: Sortie op. 3.

 

“Svegliati Organo, strumento sacro: intona la lode di Dio …”. Così recita la liturgia della benedizione di un organo invitando lo strumento liturgico per eccellenza a farsi esso stesso strumento della lode. Se ciò è vero, rimettere in funzione un organo non è solo restituire uno strumento musicale alla sua funzionalità originaria e riconsegnare alla comunità cristiana e civile un tesoro. Rimettere un organo in funzione è risvegliare il canto della lode e la benedizione! Sono queste le parole espresse dal parroco Don Dino Scalera a cui va il merito di “uscire dal coro” avendo acquisito un organo a canne e non una di quelle dozzinali tastiere adatte più all’intrattenimento che a servire liturgie o concerti.

 

L’idea artistica è di Cosimo Prontera che per questa l’inaugurazione ha “scommesso” su quattro giovani e talentuosi organisti che si alterneranno tra il 26 novembre ed il 15 dicembre. Dopo questo appuntamento gli altri concerti previsti saranno per primi tre sabati di dicembre: 1, 8, 15. L’ingresso è libero. Per info tel 0831 452949, mob 380 1803385, www.parrocchiasanleuciobrindisi.it

No Comments