Home | Le notizie | Lo sport | I canali | Le tue foto | Brindisi Links | E-mail |

.Le news di Brundisium.net
.Lo sport: calcio, basket, volley

.I canali di Brundisium.net:

...· Approfondimenti
...· Appuntamenti
...· Arte
...· Beauty & Wellness
...· Brindisi vista da...
...· Cinema
...· Economia
...· Formazione e Lavoro
...· Frequently Asked Questions
...· Isola di G. Sciarra
...· Le tue foto
...· Libri
...· Musica
...· Personaggi
...· Poesia
...· Pubblica utilità
...· Salute
...· Scompartimento
...· Stelle e Strisce
...· Teatro
...· Università
...· Viaggi
...· Video

Brundisium.net
.Ti dico la mia
.Saluti
.La bacheca del calcio
.Il tabellone del basket
.Il muro del volley
.Baci e carezze
.Alma Mater
.La Chat di Brundisium.net
.Indice del sito
.Invia le tue foto

Che tempo fa adesso a Brindisi?

Utenti attualmente connessi:

Brindisi, Operazione Formica: i dettagli del traffico illecito di rifiuti verso Brindisi



Ultime Mese Ricerca

Brindisi, 19/03/2009

Operazione Formica: i dettagli del traffico illecito di rifiuti verso Brindisi

Nella mattinata odierna il Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente unitamente alla Compagnia Carabinieri di Brindisi hanno dato corso ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di numerosi soggetti indagati a vario titolo per “Traffico illecito di rifiuti, Gestione non autorizzata di rifiuti, Falso, Rivelazione di segreti d’ufficio”.

L’indagine partita nel giugno del 2007, e che ha interessato l’intero territorio nazionale, ha visto la provincia di Brindisi quale terminale di un vasto traffico di rifiuti pericolosi, non pericolosi e tossico nocivi, dove i gestori della discarica Formica accoglievano, in disprezzo di qualsiasi norma ambientale, numerose tonnellate di rifiuti provenienti da imprese operanti nel campo dell’ecologia.

Tali imprese, con la compiacenza di chimici e laboratori di analisi per consentire il conferimento in discarica, falsificavano sistematicamente le analisi di tali rifiuti de classificandoli da pericolosi a non, consentendone l’illecito smaltimento in discarica.
La falsità documentale posta in atto consentiva alle varie aziende di smaltire illecitamente tonnellate di rifiuti sopportando un minor costo aziendale rispetto a quello dovuto qualora si fosse dovuto smaltire in siti autorizzati a ricevere rifiuti pericolosi.

L’indagine ha visto il coinvolgimento di numerose aziende della Puglia, delle Marche e del Veneto che dolosamente ponevano in essere tali illecite attività , per le quali il Tribunale di Brindisi ha ottenuto il sequestro delle stesse.
Complessivamente sono state tratte in arresto 10 persone, titolari, rappresentanti legali ed amministratori unici delle varie aziende coinvolte.

Nella conferenza stampa di questa mattina il Procuratore della Repubblica Dr. Cosimo Bottazzi ha illustrato i particolari dell'operazione "Formica", gli indagati colpiti da custodia cautelare in carcere sono:
FIORILLO VINCENZO – FORMICA AMBIENTE S.R.L.
CASTIGLIONE PAOLO – FORMICA AMBIENTE S.R.L.
GIUSTOZZI DANILO – GIUSTOZZI AMBIENTE S.R.L.
VIDORI GIUSEPPE – VIDORI S.P.A.
VIDORI ANDREA – VIDORI S.P.A.
LAPENNA SALVATORE –CHIMICO DI PARTE E MEMBRO DEL C.T.P.

Agli arresti domiciliari sono finiti:
BIRTOLO GIOVANNI – Dipendente FORMICA AMBIENTE S.R.L.
DI GIULIO GIANLUCA – Dipendente FORMICA AMBIENTE S.R.L.
NOSARTI FRANCESCO – Dipendente ECO. IMPRESA S.R.L.
MORGESE ALESSANDRO – Dipendente RECUPERI PUGLIESI S.R.L.

Altre due persone sono indagate e proposti per adozione di misure Interdittive, si tratta di:
FILOMENA LORIS – IMPIEGATO CIVILE DEL C.F.S. DI BRINDISI
SPAGNOLETTO FRANCESCO – AGENTE POLIZIA PROVINCIALE DI BRINDISI

Le aziende interessate ai sequestri sono:
ECO IMPRESA s.r.l., con sede in Ostuni (Brindisi), S.S. Sansone Monticelli c/o la Z.I. + 10 TIR sequestrati;
RECUPERI PUGLIESI s.r.l., con sede in Modugno (Bari), c.da Gammarola n. 3 + 11 TIR sequestrati;
GIUSTOZZI AMBIENTE s.r.l., con sede in Montecassiano (Macerata), via Piane Potenza, 3/D + 2 TIR squestrati;
FORMICA AMBIENTE s.r.l., con sede operativa in Brindisi c.da Formica;
VIDORI SERVIZI AMBIENTALI S.p.A., con sede in Vidor (Treviso) via Cav. Carlo Tittoni, 14;

I reati contestati sono:
Art. 260, Co.I, D. L.vo 152/06: Traffico illecito di rifiuti;
Art. 258, Co. IV in relazione all’art. 483 del C.P., D. L.vo 152/06: Violazione degli obblighi di comunicazione, di tenuta dei registri obbligatori e dei formulari;
Art. 256, Co. III e IV D. L.vo 152/06: Attività di gestione di discarica non autorizzata;
Art. 326, Co. 1 C.P.: Rivelazione ed utilizzazione di segreti d’Ufficio, avendo rivelato l’esistenza di indagini e controlli in corso di svolgimento da parte del CFS di Brindisi e del NOE di Lecce presso la discarica Formica di Brindisi
Art. 319 e 321 C.P.: Corruzione per un atto contrario ai doveri d’Ufficio.

L’indagine ha dimostrato che i soggetti coinvolti hanno gestito un traffico di ingenti quantitativi di rifiuti nella specie rifiuti tossico- nocivi (benzene, piombo, cadmio, mercurio, selenio, rame ) per svariate decine di milioni di euro. Qualsiasi rifiuto era accettato in discarica, è bastato poi far “girare la voce” nell'ambiente dello smaltimento rifiuti per convogliare su Brindisi i rifiuti pericolosi provenienti da Puglia, Lazio, Marche, Campania e Veneto.


Correlato su internet:


· La tua posta
· Segnala un compleanno
· Rassegna stampa
· Brundisium TV
· Sfondi per il desktop
· Fiamma - La sala giochi
· In chat
· Sondaggi
· Brindisi Links
· Statistiche


Chi siamo | Contattaci | Credits | Note per gli utenti | Indice del sito | | Brundisium.net in home page