Mesagne, 20/03/2012

Anziano uccide moglie a fucilate

Ha ucciso la moglie con un colpo di fucile e poi ha vegliato il corpo per circa dieci ore.
E' accaduto ieri mattina a Mesagne nell'abitazione in campagna dove vivevano Antonio Fina, 75 anni, ex dipendente Asl e la moglie Concetta Milone, 77 anni.
Ad accorgersi della tragedia stata una parente che, solitamente, portava da mangiare alla coppia. In serata, quando la donna ha raggiunto l'abitazione degli anziani coniugi, ha trovato l'uomo in stato di shock, ha effettuato la scoperta dell'uxoricidio ed ha dato l'allarme.
Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia di Mesagne, i Carabinieri della locale stazione ed il sostituto procuratore Antonio Costantini.
Il fucile con cui l'uomo ha ucciso la moglie era detenuto regolarmente. La coppia ha due figli, che vivono a Firenze.
L'uomo, che da qualche tempo era in cura per problemi psichici, era convinto che la moglie fosse posseduta dal demonio.