Home | Le notizie | Lo sport | I canali | Le tue foto | Brindisi Links | E-mail |

.Le news di Brundisium.net
.Lo sport: calcio, basket, volley

.I canali di Brundisium.net:

...· Approfondimenti
...· Appuntamenti
...· Arte
...· Beauty & Wellness
...· Brindisi vista da...
...· Cinema
...· Economia
...· Formazione e Lavoro
...· Frequently Asked Questions
...· Isola di G. Sciarra
...· Le tue foto
...· Libri
...· Musica
...· Personaggi
...· Poesia
...· Pubblica utilità
...· Salute
...· Scompartimento
...· Stelle e Strisce
...· Teatro
...· Università
...· Viaggi
...· Video

Brundisium.net
.Ti dico la mia
.Saluti
.La bacheca del calcio
.Il tabellone del basket
.Il muro del volley
.Baci e carezze
.Alma Mater
.La Chat di Brundisium.net
.Indice del sito
.Invia le tue foto
Brundisium.net
Musica: Radi@zioni: "Julian Cope - Psychedelic Revolution" - Il disco della settimana



Ultime pagine I canali Ricerca

Musica » 30/07/2012

Radi@zioni: "Julian Cope - Psychedelic Revolution" - Il disco della settimana

RADI@zioni – IL DISCO DELLA SETTIMANA
JULIAN COPE “Psychedelic Revolution”
(Head Heritage, 2012)
www.headheritage.co.uk

Tracklist:
CD1 - Phase of CHE GUEVARA
1. Raving on the Moor
2. Vive Le Suicide
3. Cromwell in Ireland
4. Revolutionary Man
5. As the Beer Flows Over Me
6. Hooded & Benign

CD 2 - Phase of LEILA KHALED
1. Psychedelic Revolution
2. X-Mass in the Woman’s Shelter
3. Roswell
4. Because He Was Wooden
5. The Death of Rock‘n’roll

“Signore e Signori”, piante e animali, cielo e terra: il Druido è tornato!
È tornato, per noi e per voi, per guidarci ancora una volta attraverso una “rivoluzione psichedelica universale”. È tornato a piedi nudi con “Psychedelic Revolution” doppio album, undici brani e tanta voglia di ballare.
Album politico-culturale, scomodo su ogni ambito (sessismo e razzismo in primis) la prima parte dedicata ad Ernesto “Che” Guevara, la seconda a Leila Khaled.
Una simbiosi perfetta fra “eroe” ed “eroina”, fra musica, cultura e politica in chiave psychedelic/folk. Julian David Cope è un nome che verrà ricordato non solo per il suo estro musicale, ma sopratutto per la sua psiche genialmente incomprensibile per dei semplici esseri umani dal colletto bianco.
(http://stordisco.blogspot.it/2012/03/julian-cope-psychedelic-revolution.html)

Alla faccia della “legge dei 40”, che vorrebbe veder confinati ad una carriera improduttiva (qualitativamente parlando) e di basso profilo gli artisti che hanno già compiuto i 40 anni, Julian Cope si ripresenta puntualmente con un nuovo album che sembra avere tutta l’intenzione di voler ribadire per l’ennesima volta chi è stato, nell’arco di un decennio o poco più (quello degli ’80), uno dei più degni interpreti del pop di marca psichedelica, prima che band come gli Animal Collective riuscissero ad appropriarsi della sua antica formula e gettare le basi in tempi più recenti per nuove frontiere elettroniche.
Proprio lui, la testa matta della Liverpool degli ’80s, che di anni, per inciso, ne compirà 55 ad ottobre, si getta nell’ impresa di un doppio concept, alla “vecchia maniera”, ispirato da Che Guevara per quanto concerne la prima parte e da Leila Khaled (politica per il Fronte Popolare per la liberazione della Palestina che definire attivista è un eufemismo) per la seconda.
Un’operazione più che mai per concentrare, nell’arco di un’ora piena, quegli ideali per cui il nostro ha strenuamente combattuto ed in cui ancora oggi fermamente crede: la rivoluzione per difendere se stessi ed il prossimo, innanzitutto, per poi rivolgere le attenzioni in maniera più dettagliata al tema della falsità delle religioni monoteistiche in generale.
Tutte questioni che il Cope aveva manifestato di voler concentrare già nel suo precedente “Citizen Cain’d” del 2005.
Possiamo senza dubbio considerare “Psychedelic Revolution” uno dei titoli migliori del “Druido di Liverpool” da qualche anno a questa parte perché tutti gli elementi sopra descritti sono per la prima volta collocati in un contesto tipico del miglior Cope, quello eclettico e noncurante della parola normalità.
Le undici tracce del disco difatti lo mostrano pienamente a suo agio nel plasmare una serie di inni folk-psichedelici alienati ed alienanti, per un concept dal sapore più solare ed aperto, in controtendenza al suo comportamento – direttamente ispirato dall’idolo Syd Barrett – che lo vorrebbe isolato dal resto del mondo.
La potenza psichedelica di questo nuovo “Psychedelic Revolution” risulterà invece decisamente debole per chi conosce già i capolavori a base di anfetamine ed eroina di Cope (con “Kilimanjaro” e “Fried” in cima alla lista), non abbastanza però da ripugnare completamente piccole attrazioni frizzantine come “Raving On The Moor”, inno introduttivo di stampo cinematografico, o “Vive Le Suicide”, che con toniche staffilate di chitarra acustica wah si scontra con la nozione occidentale secondo la quale il suicidio per una buona causa sia giusto.
E mentre i paragoni con l’eroe e l’eroina a cui sono intitolati i due atti si avvicinano a nomi del calibro di Gesù Cristo e Malcolm X, la seconda parte accentua maggiormente le componenti wave e prog – nel primo caso aggiungendo eleganti sezioni di synth (“Psychedelic Revolution”, “X-Mass In The Woman’s Shelter”), nel secondo aumentando a dismisura la componente folk (“Roswell”, “The Death Of Rock’n'Roll”) – dimostrandosi spigliata, astratta e gradevole rispetto alle prime sei tracce, consolidando ulteriormente lo status di uscita da non sottovalutare.
(http://www.impattosonoro.it/2012/04/25/recensioni/julian-cope-psychedelic-revolution/)

a cura di: Camillo “RADI@zioni” Fasulo

“RADI@zioni” è un programma curato da Camillo Fasulo, Marco Greco, Antonio Marra e Angelo De Luca, realizzato con la radi@ttiva collaborazione di Rino De Cesare, Angelo Olive, Mimmo Saponaro e Carmine Tateo, in onda tutti i lunedì (con “RADI@zioni/N.R.G.”) e venerdì (con “RADI@zioni/CULT”) tra le ore 22 e le 24 sull’emittente radiofonica “Ciccio Riccio” (www.ciccioriccio.it) di Brindisi.


Ultime pagine I canali Ricerca

Rassegna stampa
Brundisium Tv
Sfondi per il desktop
Fiamma - La sala giochi
Brindisi Links


Chi siamo | Contattaci | Credits | Note per gli utenti | Indice del sito | | Brundisium.net in home page