Home | Le notizie | Lo sport | I canali | Le tue foto | Brindisi Links | E-mail |

.Le news di Brundisium.net
.Lo sport: calcio, basket, volley

.I canali di Brundisium.net:

...· Approfondimenti
...· Appuntamenti
...· Arte
...· Beauty & Wellness
...· Brindisi vista da...
...· Cinema
...· Economia
...· Formazione e Lavoro
...· Frequently Asked Questions
...· Isola di G. Sciarra
...· Le tue foto
...· Libri
...· Musica
...· Personaggi
...· Poesia
...· Pubblica utilità
...· Salute
...· Scompartimento
...· Stelle e Strisce
...· Teatro
...· Università
...· Viaggi
...· Video

.Ti dico la mia
.Saluti
.La bacheca del calcio
.Il tabellone del basket
.Il muro del volley
.Baci e carezze
.Alma Mater
.La Chat di Brundisium.net
.Indice del sito
.Invia le tue foto

Che tempo fa adesso a Brindisi?


Find more about Weather in Brindisi, IY
Brindisi, Riordino province, Uil: "nessuna cancellazione dei servizi"



Ultime Mese Ricerca

Brindisi, 15/11/2012

Riordino province, Uil: "nessuna cancellazione dei servizi"

In riferimento alla discussione sul riordino delle province ancora una volta i cittadini sono trascurati ed esclusi su decisioni fondamentali che riguardano il futuro assetto delle Autonomie locali.
In questi giorni è frenetica l'attività di Sindaci e Presidenti di Amministrazioni provinciali per recuperare assetti e competenze politico-istituzionali, rivendicando ruoli e compiti perduti completamente o in parte che, se non gestiti nel migliore dei modi, rischiano di non ottenere risultati concreti.
Al solito, lo diciamo con disappunto, quando si poteva agire non è stato fatto ed ora diventa difficile ottenere.
In un periodo di diffusa crisi economica e finanziaria il riordino delle Istituzioni locali e quello dell'assetto degli uffici periferici dello Stato assume una importanza fondamentale.
Lo sosteniamo da tempi non sospetti a tutti i livelli.
Per questo diciamo che il riassetto delle province e lo snellimento delle loro funzioni potrà portare, se adeguatamente indirizzato e controllato, ad una razionalizzazione della spesa pubblica e, nel contempo, benefici sociali per i cittadini.
Ma l'obiettivo prefisso rischia di determinare la riduzione o, peggio, la cessazione di fondamentali servizi pubblici offerti nel territorio e il loro utilizzo da parte della comunità locale.
Non ci interessa molto sapere quale città sarà capoluogo o come sarà chiamata la nuova provincia.
Per la UIL la provincia di Brindisi deve mantenere il ruolo istituzionale ricoperto fino ad oggi.
È essenziale avere certezza, prima di assumere decisioni sui futuri assetti da portare a votazione nell'assise comunale, essere informati in anticipo sui contenuti degli accordi sottoscritti con qualsivoglia Istituzione, avendone consenso e garanzia per l'avvenire dalla regione Puglia e, se possibile, dal Governo centrale.
Ci interessa, quindi, conoscere bene le funzioni, i servizi mantenuti nel territorio, la loro efficacia e qualità, l'assestamento degli uffici dello Stato e quelli provinciali, il mantenimento dei livelli occupazionali ed ancora quale ruolo svolgeranno i Centri per l'impiego, gli uffici preposti alle politiche attive del lavoro, un settore in cui la Provincia di Brindisi non ha niente da invidiare a nessuna altra.
In sostanza il nuovo assetto delle Province non dovrà in nessuna maniera comportare la cancellazione dei servizi istituzionali attualmente operanti in loco (Prefettura, Questura, Direzione provinciale del lavoro, ecc.) garantendo quelli esistenti per evitare eccessivi spostamenti da parte dei cittadini per la loro fruibilità.
Ci interessa anche il tema che riguarda l'organizzazione del lavoro e del personale dipendente della Provincia e degli uffici territoriali dello Stato.
Secondo un recente articolo apparso su “il Sole 24 ore” un primo gruppo di 12mila dipendenti rischiano di dover essere ricollocati perché “eccedenti”. Non è forse un aspetto del dibattito da tenere in grande considerazione? Secondo noi si!

COMUNICATO STAMPA UIL BRINDISI






Rassegna stampa
Brundisium Tv
Sfondi per il desktop
Fiamma - La sala giochi
Brindisi Links


Chi siamo | Contattaci | Credits | Note per gli utenti | Indice del sito | | Brundisium.net in home page