Brindisi, 03/08/2011

Delibera Cipe Piano per il Sud: Amati (PD) plaude all'intesa

"Tanto tuono' che piovve e noi, per rimanere in tema di acqua, riceviamo con la delibera CIPE, in maniera prioritariamente diritta e comunque come beneficiari degli interventi, finanziamenti per un ammontare complessivo di 415 milioni di euro. Esprimo dunque la mia soddisfazione, plaudendo all'intesa con il Governo nazionale."
Lo ha detto l'assessore regionale alle Opere pubbliche e Protezione civile Fabiano Amati, a proposito dell'approvazione da parte del CIPE del Protocollo d'intesa istituzionale tra il Ministero delle Regioni e la Regione Puglia. I finanziamenti attengono al riefficientamento delle traverse del Sauro (20 milioni), al raddoppio dello schema potabile del Sinni (180milioni) , ad interventi per migliorare il sistema di depurazione (97milioni) e all'integrazione della disponibilitÓ finanziaria (30 milioni) per la Galleria Pavoncelli bis.
A questo si aggiunga lo sblocco dei fondi per l'Accordo di Programma Quadro con il Ministero dell'Ambiente per 85 milioni che si sommano ai 110 milioni messi a disposizione dal Ministero dell'Ambiente.
"E' indubitabile - ha detto Amati - la soddisfazione complessiva ma mi permetto di segnalare a maggiore appagamento per importanza e rilievo strategico, l'integrazione al finanziamento per la realizzazione della Galleria Pavoncelli bis e le somme da destinare al potenziamento del sistema di sanificazione delle acque che ancora una volta si rileva all'avanguardia per capacita' di scelte strategiche.
All'ammontare dei 415 milioni mi piace segnalare ulteriormente le somme destinate direttamente ai comuni di Mattinata, Polignano a Mare, Brindisi, Santa Cesarea Terme e Gagliano del Capo, per un ammontare complessivo di 17 milioni, finalizzate al dissesto idrogeologico e protezione delle coste di particolari porzioni di quei territori.
E' chiaro che nella programma totale di finanziamenti e nella prospettiva interassessorile c'e ' anche la soluzione di particolari esigenze che negli ultimi anni abbiamo tenacemente tentato di risolvere. Mi riferisco in particolare alla strada statale 172 per la costruzione della quarta corsia tra i km 56 e 60,5, l'asse di penetrazione e il superamento del centro di Martina Franca, per un ammontare di 51 milioni."

COMUNICATO SERVIZIO STAMPA GIUNTA REGIONALE PUGLIESE