Oria, 04/02/2014

Estorsione, calunnia e invasione di terreni: arrestato 54enne

I carabinieri della Stazione di Oria hanno eseguito una ordinanza di applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Michele Carbone, 54enne del posto, ritenuto responsabile dei reati di estorsione, calunnia e invasione di terreni.
I militari, in seguito a una denuncia querela presentata lo scorso 28 ottobre 2013 da due fratelli oritano, hanno accertato che Carbone, dopo aver invaso un fondo agricolo di contrada "Pasquini" di proprietÓ dei querelanti, vi ha piantato arbusti e installato manufatti, impossessandosi di fatto del terreno. Non solo. Carbone ha poi reiteratamente minacciato i fratelli allo scopo di impedire che i due tornassero in possesso del podere.
Carbone, infine, pur sapendoli innocenti, aveva falsamente incolpato i due uomini. depositando un atto di denuncia querela per "esercizio arbitrario delle proprie ragioni" e "violenza privata", totalmente infondata.
L'arrestato, dopo le formalitÓ di rito, su disposizione dell'AutoritÓ Giudiziaria Ŕ stato tradotto presso il suo domicilio.