June 2, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Credo possa essere utile agli operatori del Calcio dilettantistico, fare un po’ di luce sugli incentivi previsti per gli addetti ai lavori, sulla base dei dati che allo stato attuale sono a nostra disposizione.

L’articolo 96 del D.L. 18/2020 “Cura Italia” ci dice che è previsto una indennità apposita di 600 € per i collaboratori di associazioni e società sportive dilettantistiche. Parliamo quindi di compagini dalla Terza Categoria alla Serie D, comprese le formazioni di puro settore giovanile.

Il requisito indispensabile è ovviamente l’affiliazione delle stesse alla FIGC, quindi la partecipazioni a competizioni agonistiche promosse dalla LND.

Il concetto di Collaboratori è invece ancora più ampio. Per fare chiarezza, possiamo definirli come i tesserati, con relativa tessera federale di riconoscimento, in data antecedente al 23 Febbraio 2020, che non abbiano un contratto di lavoro, quindi inoccupati.

Lo stesso D.L. suggerisce che tali Collaboratori debbano anche percepire un compenso ai sensi dell’art. 67, c. 1, l. m) del T.U.I.R., o per semplificare, avere un contratto di collaborazione redatto dalla FIGC, obbligatorio per le figure tecniche quali allenatori ed operatori sanitari dalla Terza Categoria all’Eccellenza, esteso anche per i Calciatori in serie D, ed opzionale per Collaboratori della Gestione Sportiva, ovvero Segretari e Direttori Sportivi.

Quindi, ai Calciatori di Serie D, o eventualmente anche a quelli delle altre Categorie, se dotati di scrittura privata e dichiarazione dei redditi, interessati ad ottenere questa indennità, consiglio di utilizzare come punto di riferimento l’AIC, così come consiglio di fare lo stesso alle figure tecniche con AIAC ed ai Collaboratori della Gestione Sportiva con ADISE.

Per quanto le modalità operative non siano ancora state definite, ritengo estremamente probabile che per ottenere l’indennità risulterà obbligatorio ottenere il proprio SPID o Servizio Pubblico di Identità Digitale, ovvero Username e Password forniti dall’Ufficio Postale, per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione. Per la sicurezza di tutti, è bene ottenere questi dati prima che si possa formare una coda negli Uffici.

Quindi, tornando una seconda volta all’Ufficio Postale, sarà possibile compilare il modulo per ottenere l’incentivo, anche se mi auguro, che data la situazione, venga reso disponibile online per i motivi di cui sopra.

E’ fondamentale sottolineare ancora, come in queste emergenze, le associazioni di categoria per Calciatori, tecnici ed addetti ai lavori diventino una grande risorsa per gli operatori del settore ed aiutino a chiarire ogni dubbio ai tesserati di qualsiasi Società sportiva.

Adriano Dagnello

Segretario Generale

SSD BRINDISI FOOTBALL CLUB

No Comments