December 13, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Alle ore 9,30 del 21 novembre si celebra a Brindisi la “Giornata Nazionale degli Alberi”, istituita con legge n. 10 del 14 gennaio 2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”.

Quest’ anno la scelta della scuola ospitante la cerimonia è caduta sull’ Istituto Comprensivo “Cappuccini”, con la piantumazione di giovani alberi nelle aree verdi di pertinenza, dapprima nel plesso “Leonardo da Vinci”, sede della scuola secondaria di primo grado, e poi negli altri cinque plessi dell’ Istituto.

 

L’ Istituto Comprensivo, da tempo attivo su più fronti per l’ elevazione culturale e multidisciplinare degli studenti, compresi i temi di tutela dell’ ambiente naturale, ha stretto anche proficui rapporti di collaborazione con il Gruppo Carabinieri Forestale di Brindisi, promotore della cerimonia. Così come prevede la legge, alla celebrazione partecipano anche il Comune e la Regione Puglia, attraverso il “braccio operativo” dell’ Agenzia regionale per le Attività Irrigue e Forestali (ARIF), che metterà a disposizione piantine dei propri vivai, e personale tecnico che assisterà gli studenti nelle operazioni di messa a dimora, precedute dalla benedizione di rito, che verrà officiata da Mons. Domenico Caliandro, Vescovo Vicario dell’ Arcidiocesi Brindisi-Ostuni.

 

E’ prevista un’ ampia presenza di autorità civili, militari e religiose, davanti alle quali, in apertura di cerimonia, gli studenti del Coro dell’ Istituto Comprensivo intoneranno le note dell’ “Inno di Mameli” e dell’ “Inno dei Cappuccini”. A tutti i partecipanti verrà lasciata una cartolina commemorativa dell’ evento.

 

Nello spirito della legge 10 del 2013, la Giornata degli Alberi vuol essere un momento di riflessione e di impulso all’ impegno individuale e collettivo, sì da “stimolare un comportamento quotidiano sostenibile al fine della conservazione della biodiversità”, in modo da responsabilizzare ogni cittadino, a cominciare dai più giovani, ad essere parte attiva per far fede agli accordi sottoscritti con il protocollo di Kyoto, ratificato dall’ Italia nel 2002, e poi con l’ Agenda 2030 nel 2015 (Conferenza delle Parti di Parigi), per uno sviluppo sostenibile che si fondi soprattutto sulla riduzione delle emissioni di “gas-serra” ed il recupero di fonti di ossigeno, di cui gli alberi sono i primi produttori per eccellenza.

 

Anche per questo i Carabinieri Forestali hanno inteso dare il massimo sostegno all’ iniziativa, facendola precedere da incontri divulgativi e didattici sui temi dell’ importanza della biodiversità e della legalità ambientale, estesi anche al II Istituto Comprensivo “Monaco-Fermi” di Oria, ed alle scuole primarie di Ostuni (Istituto “Giovanni XXII”) e Ceglie Messapica (Istituto “San Giovanni Bosco”).

No Comments