October 16, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Le Giornate Europee del Patrimonio 2019 promosse dal Consiglio d’Europa si svolgeranno il 21 e 22 settembre. Sono il più importante appuntamento che riunisce tutti i popoli europei nel segno della cultura. Il tema individuato quest’anno è “Un due tre …. Arte! – Cultura e intrattenimento”, per indurre alla “riflessione sui benefici che la fruizione del patrimonio culturale può determinare in termini di divertimento, condivisione, sperimentazione ed evasione e, più in generale, sul benessere che deriva dall’esperienza culturale”.

 

L’Archivio di Stato di Brindisi partecipa alle GEP effettuando l’apertura straordinaria nei giorni di sabato 21 e domenica 22 settembre dalle 17,00 alle 21,00.

 

Sabato 21 settembre dalle ore 17,00 si potrà visitare la mostra documentaria e fotografica Brindisi e il mare, allestita nelle sale dell’Istituto. La prima sezione della mostra “Il porto interno: un paesaggio in divenire” illustra come è cambiato il fronte del porto della città tra ottocento e novecento. Attraverso tavole di progetto, planimetrie, documenti, fotografie, si può simulare una “passeggiata panoramica” nei luoghi e nel tempo, dal seno di levante verso il seno di ponente, incontrando la Stazione marittima, la Dogana, la scalinata delle Colonne, l’Hotel Internazionale, il rione Sciabiche, il Castello di terra e poi ancora il Collegio navale, il Monumento al Marinaio e il Capannone Montecatini.

 

La seconda parte della mostra “Sport acquatici nello scenario del porto” è dedicata agli sport che si svolgevano nel porto interno e nel porto medio. Sono esposti articoli di giornali, biglietti d’invito, regolamenti, fotografie di gare di canottaggio, le prime del 1914 e poi “La coppa del Basso Adriatico”e i “Campionati nazionali del mare” degli anni cinquanta. Ancora sono documentate le crociere di lance a remi a sei vogatori fin dal 1911, le regate veliche anche nazionali degli anni cinquanta e le gare di nuoto prima nel porto interno dal 1913 e poi dagli anni cinquanta nel porto medio.

 

La mostra termina con due sezioni: “La Lega navale italiana e la Sezione di Brindisi” in cui si espongono lo statuto costitutivo della Lega navale e l’adesione del Comune alla sezione brindisina e “La balneazione” in cui si riportano brevi cenni degli stabilimenti balneari presenti nel porto, quando era ancora possibile fare il bagno.

 

INOLTRE
Alle ore 18,00 di sabato 21 settembre nel chiostro dell’ Archivio di Stato si terrà il Concerto per la pace – Recital della pianista Mariagrazia Lioy, musiche di Mozart, Beethoven e Schumann. Il concerto è organizzato dall’Archivio di Stato e dalle associazioni Club per l’UNESCO e Italia Nostra – Sezione di Brindisi.
Dopo i saluti di Maria A. Ventricelli, direttore dell’Archivio di Stato e di Clori Ostillio Palazzo, presidente Club per l’UNESCO, introdurranno i brani Antonio Lamantea, Mariagrazia Lioy e Giacomo Fronzi.

 

Curriculum – Mariagrazia Lioy, pianista eclettica e versatile ama la ricerca monografica spaziando dal barocco al contemporaneo. Negli ultimi anni la sua attenzione si è accentrata nel repertorio solistico dei grandi Maestri Bach, Mozart, Beethoven e nel repertorio dei Concerti con Orchestra fra cui il 4° di Beethoven, il 2°di Rachmaninov, il 1° e 2°di Chopin , La Rapsodie in blue di GERSHWIN e il Concerto in La min di Schumann.
La sua “eccellenza” è legata anche alla sua straordinaria interpretazione di autori spagnoli, incandescenti esecuzioni di Granados, Albéniz, De Falla. Ha realizzato l’integrale dell’Opera “Goyescas” di E. Granados.
È invitata a tenere Masters di Pianoforte presso diverse associazioni nazionali ed Internazionali come la “Mimar Sinan Universitesi” di Istambul e la “Akademia Paderewsky a Poznan (Polonia).
Presiede, inoltre, giurie in prestigiosi Concorsi Pianistici nazionali ed internazionali.
Nel Maggio del 2008 ha ricevuto dalla Fondazione “Rotary International” il Titolo di “Paul Harris Fellow” con la seguente motivazione: “in segno di apprezzamento e riconoscenza per il suo tangibile e significativo apporto nel promuovere una migliore comprensione reciproca e amichevoli relazioni tra i popoli di tutto il mondo”.

 

Domenica 22 settembre dalle 17,00 alle 21,00 apertura al pubblico e visite guidate alla mostra Brindisi e il mare.

 

 

Comunicato stampa a cura dell’Archivio di Stato di Brindisi

 

No Comments