May 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

 

La Futura centra una vittoria d’oro e supera la fase forse più delicata della sua stagione sbancando il PalaSilvestri di Salerno. Il test in casa della Carpedil non era tra i più semplici, considerati gli annunciati piani di risalita delle ragazze di Blanco, scivolate in fondo alla classifica, in vista della post season. Santini recupera Perseu, in sosta dalla trasferta di Catania della penultima di andata, e aggiunge minuti a Sabine Egle, che pure aveva giocato scampoli di match contro l’Ariano Irpino. Alex Blanco, incassata la fiducia di patron Somma a rimanere sulla panchina granata, si presenta con Potolicchio, D’Alie, Trotta, Ribezzo e Bertan; il tecnico delle viaggianti risponde con Manzini, Tagliamento, Diene, Gatti e Siccardi. Partono lanciate le padroni di casa grazie alla velocità del play Rae Lin D’Alie, Santini ferma tutto col time out, al rientro è Tagliamento a voltare l’inerzia con due triple consecutive e guidare la rimonta fino al 15 pari. Il primo quarto viaggia sul filo dell’equilibrio, D’Alie finalizza il tecnico alla panchina ospite ma la Futura ricuce ancora presa per mano da una Tagliamento subito in ritmo e ferma il punteggio sul 19 pari. Nel secondo parziale sono ancora le granatine a fare l’andatura. Apre Ribezzo su assist di Dentamaro, Brindisi resta sulle tracce ma è costretta a perdere Siccardi per infortunio. La Carpedil difende bene il campo e riparte, al 17’ vola a +8, ma le brindisine non mollano e, complice qualche errore di troppo sotto canestro delle campane, si riportano in scia alzando l’intensità difensiva e diventando precise in fase offensiva. L’ultimo sussulto prima dell’intervallo lo regala però Anna Trotta, la guardia pollese chiude un gioco da tre e ferma il tabellone sul 36-32. Al rientro, la Futura prova ad assestare il colpo decisivo e si porta in vantaggio con una tripla di Manzini. Salerno non ci sta, cerca di scuotersi ma la sua gara è ancora infarcita di errori: ora il quadro è rovesciato, sono le ragazze di Blanco ad aggrapparsi al treno delle ospiti, così è ancora Trotta che inventa una tripla (46-49) sul filo della sirena e tiene vivo il match. Ma la speranza di Salerno si sfalda rapidamente nell’ultimo periodo: torna in campo Siccardi, che intanto ha smaltito il colpo alla schiena, la Carpedil non sembra avere contromisure soprattutto nella metà campo difensiva. Non fa punti per cinque minuti, il resto lo fa Brindisi con un parziale di 15-6 che confeziona la vittoria esterna e scrive i titoli di coda sulla partita. Vince la Futura che esorcizza un periodo non proprio positivo, dopo l’handicap inflitto in classifica dal Consiglio federale e la sconfitta di fine anno con l’Ariano Irpino, e ricarica l’ambiente in vista del ritorno in casa, sabato prossimo al PalaPentassuglia (ore 20), con l’Olympia 68 Catania.

Carpedil Salerno ‘92 – Futura Basket Brindisi 52 – 64 (19-19, 36-32, 46-49)
Carpedil Salerno ‘92: Dentamaro 2, Fereoli 2, Frascolla ne, Potolicchio 5, D’alie 24, Trotta 7, Ribezzo 4, Bertan 6, Cartolano ne, Ardito 2. All.: Blanco
Futura Basket Brindisi: Boccadamo ne, Perseu 2, Manzini 8, Tagliamento 28, Diodati 5, Diene 6, Gatti 1, Siccardi 3, Giorgino ne, Egle 11. All.: Santini
Arbitri: Jacopo Spinelli di Cantù e Giuseppe Cardano di Bari
NoteCarpedil Salerno ‘92 tiri liberi 7/8 (87,5%), Futura Basket Brindisi tiri liberi 12/14 (85,7%)

 


Ufficio stampa

Futura Basket Brindisi

No Comments