May 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Parziali: 23-9, 46-32, 62-55
Pesaro: Musso 8, Bartolucci n.e., Terenzi n.e., Johnson 12, Pecile, Young 17, Trasolini 6, Amici, Anosike 23, Turner 20. Coach: Dell’Agnello
Brindisi: James 15, Todic 22, Bulleri 6, Formenti, Savoia n.e., Dyson 7, Lewis 26, Zerini 4, Snaer, Leggio n.e., Campbell 11. Coach: Bucchi
Arbitri: Mazzoni, Rossi, Morelli

Ad una partita dal termine del girono d’andata, Brindisi resta capolista del massimo campionato italiano di basket. Al termine di una gara sofferta e dopo un tempo supplementare Lewis e compagni espugnano il palasport di Pesaro. Eppure Brindisi si era trovata in svantaggio di ben 16 punti ed aveva dovuto fare a meno di Dyson e Zerini, troppo presto fuori dal match per raggiunto limite di falli. Ma il cuore della squadra è stato grande e Lewis, Campbell, Todic e James hanno preso per mano i compagni, portandoli dapprima al grande recupero che ha permesso di raggiungere il supplementare, poi alla vittoria dopo 5′ di grande intensità.

 

La gara.

Brindisi parte con Dyson, Snaer, Lewis, James e Zerini. Dell’Agnello risponde con Johnson, Young, Trasolini, Anosike e Turner.
Dopo un buon inizio di Brindisi (3-5 al 3′), Pesaro grazie a tutto il suo quintetto piazza un break di 7-0 (10-5 al 5′ 48”) che costringe Bucchi al primo timeout dell’incontro. Al rientro in campo c’è spazio per Todic al posto di Zerini (due falli e grosse difficoltà ad affrontare Anosike). Pesaro però non si ferma e Anosike, Young e Johnson portano il vantaggio a 12 punti (17-5 a 4′ dal termine del primo quarto). Bucchi cambia tutto: dentro Bulleri, Formenti e Campbell per Dyson, Snaer e Lewis.
Pesaro raggiunge il massimo vantaggio del 18-5 poi Bulleri decide di troncare il digiuno da canestro del Brindisi, prende fallo e fa 2/2 dalla lunetta (18-7). Gli ospiti riducono lo svantaggio con Todic ma Pesaro ha un gran rush finale e chiude il primo quarto a +14 (23-9).

L’Enel ritrova convinzione nella prima parte del secondo quarto: più intensità difensiva e netto miglioramento nel computo dei rimbalzi fanno si che i biancazzurri recuperino punto su punto. In appena 4 minuti, grazie alla buona vena offensiva di Todic, Brindisi va -7 (27-20) e Dell’Agnello ferma il match per un timeout. A metà quarto è 29-22. Per tre minuti Brindisi e Pesaro offrono un gran basket condito da equilibrio e azioni spettacolari ed il divario resta intorno ai 5 punti fino al 35-30. Negli ultimi due minuti gli ospiti tornano a fare fatica e Pesaro opera un parziale di 11 che consente ad Anosike e compagni di rientrare negli spogliatoi sul +14 (46-32).

Al rientro in campo Brindisi fatica a ridurre lo svantaggio e – pioggia sul bagnato – Dyson commette il suo secondo fallo antisportivo e guadagna gli spogliatoi ad oltre 15′ dal termine del match sul 55-42.
Pesaro si porta a +16 (60-44) ma i biancazzurri hanno una ottima reazione e spinti dalle buone prestazioni offensive di Todic e Lewis, riescono a chiudere il quarto con il divario di “appena” 7 punti (62-55).

La rimonta brindisina continua anche in avvio dell’ultimo quarto. Una grande difesa ed i canestri di Zerini e Campbell portano Brindisi a -1 a 8’23” (64-63). Si continua a botta e risposta ed a metà quarto il risultato è 70-68, con Zerini in panchina per raggiunto limite di falli.
Bulleri, a 4’20” dal termine raggiunge l’agognata parità (70-70), poi è sempre Bulleri, dopo un libero di Anusike, a regalare all’Enel il secondo vantaggio dell’incontro (dopo il 3-5 del primo quarto).
Gli ultimi tre minuti sono da cardiopalma e vivono di una avvincente alternanza in testa al punteggio: Trasolini riporta in vantaggio i padroni di casa (73-72), Lewis scaglia la bomba del +2 (73-75), Young e Todic non sbagliano dalla lunetta (76-77). Pesaro sbaglia l’attacco e Brindisi, con James, va a +4. Sembra vinta ma Anousike accorcia da sotto e Lewis, dopo aver subito fallo realizza solo uno dei due tiri liberi (80-77 a 6” dalla sirena). Pesaro ha cosi la possibilità di pareggiare e Turner non si lascia sfuggire l’occasione per l’80-80.
Brindisi ci prova fino alla fine ma il ferro respinge il tiro di Snaer e decreta il ricorso ai tempi supplementari.

Nell’overtime i canestri di Snaer e Campbell (1/2 dalla lunetta) portano Brindisi a +3 (80-83) ma la tripla di Johnson, a metà quarto, segna il pari (83-83). Gli ospiti sbagliano diversi tiri ed il fallo di Snaer consente a Turner di riportare in vantaggio i suoi con un 2/2 dalla lunetta. Lewis ridisegna l’ulteriore parità (85-85) poi James recupera palla e schiaccia dopo un coast to coast. Bulleri difende bene e costringe Young allo sbaglio e sul capovolgimento di fronte Campbell realizza il canestro del +4 a 12” dal termine. Dell’Agnello riprova a riaddrizzare il match con un time-out ma stavolta Brindisi non spreca e la vittoria arriva con il punteggio di 86-91.
 
Angela Gatti
Pubblicato il: 5 Gen, 2014 @ 20:30

No Comments