October 18, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Il programma di mobilità per studenti dell’Unione europea è ormai una costante nell’offerta formativa dell’Istituto della Dirigente prof.ssa Lucia Portolano. Dopo le vincenti esperienze degli anni passati con Healthy Eating- Active Living e Feel the Season Behind The Wall, quest’anno sono già partite le prime attività del terzo Erasmus 2019-2021 SHARING EUROPEAN TREASURE. Paesi partecipanti, oltre all’Italia, sono Spagna, Francia, Romania, Polonia e Turchia.
Si tratta di un progetto innovativo che vuole promuove e incoraggiare la familiarizzazione degli studenti con l’eredità culturale dei Paesi europei nonché la cooperazione per l’innovazione e lo scambio delle buone prassi, uno degli obiettivi chiave del programma.
Una particolare “caccia al tesoro” porterà tutti i ragazzi convolti a fare un viaggio virtuale, ma non solo, attraverso l’Europa, viaggio che permetterà loro di conoscere luoghi, storie, tradizioni, religioni e li renderà consapevoli della diversità che ci circonda.
Un’occasione, dunque, per studiare in modo interattivo e coinvolgente le lingue ma anche la storia, la geografia e soprattutto un prezioso contributo al percorso di cittadinanza: l’importanza del rispetto delle differenze individuali come chiave per assicurare pace nella società. È, infatti, fondamentale fornire coesione culturale per rompere i pregiudizi tra gli alunni quali futuri cittadini attivi.
L’esperienza più emozionante sarà sempre la mobilità degli studenti, alcuni di loro potranno viaggiare e trascorrere alcuni giorni in Spagna, Polonia o Turchia.
Intanto il primo appuntamento in calendario è imminente. Dal 7 all’11 ottobre saranno a Brindisi i docenti dei Paesi convolti. Ai tavoli di lavoro per programmare le future attività si alterneranno tante piacevoli iniziative alla scoperta della nostra città, dei monumenti, delle tradizioni, del folclore, di tutto quanto è cultura e dunque eredità, tesoro da scoprire, preservare, promuovere e condividere.
Tutti gli ordini di scuola del Comprensivo si stanno preparando ad accogliere gli ospiti nel migliore dei modi. L’entusiasmo è tanto, come la voglia di crescere e imparare. Il motto è sempre lo stesso: “Benvenuto Erasmus, benvenuta Europa!”
“L’Erasmus dovrebbe essere obbligatorio per tutti i giovani perché crea un senso molto forte di cittadinanza europea”. Quello che ha bisogno di essere alimentato giorno per giorno perché sono la cultura e le tradizioni di ognuno a fare la nostra identità europea, presupposto per costruire una pace concreta.

No Comments