May 24, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Penso che, dopo quello che ho scritto nelle precedenti puntate sui batteri, almeno alcuni di voi d’ora in poi non saranno terrorizzati da questi innocenti esseri invisibili. In effetti, la paura deriva dalla ignoranza (non sapere). Già il fatto che non li vediamo e tocchiamo ci rende timorosi. È preferibile affrontare un nemico frontalmente piuttosto che immaginare che da un momento all’altro ci pugnali alle spalle. Istintivamente, il buio è tra le condizioni che ci impaurisce di più; quindi, non poter vedere in faccia un qualcosa induce al sospetto ed alla paura.

 

I batteri presenti nel nostro corpo, pur non essendo visibili ad occhio nudo, comunque sono percepibili per quello che fanno. Il gonfiore di pancia, la diarrea o i dolori addominali sono sintomi che hanno a fare con la loro presenza in noi. Oggi, grazie alla microscopia in vivo, è possibile vederli tranquillamente su un vetrino di microscopio. Infatti, già ad un ingrandimento di 200-300 volte è possibile vederli in un monitor collegato ad un semplice microscopio ottico.

 

Il test del sangue vivo è una tecnica semplice ed interessante perché coinvolge emotivamente la persona che si sottopone all’esame la quale ha modo di prendere consapevolezza della sua condizione invisibile di alcune disfunzioni fisiologiche. Con questo screening si possono osservare in modo non invasivo anche alcuni parassiti oltre ad alcune condizioni funzionali del fegato, del sistema linfatico, circolatorio, ecc.

 

Le informazioni che vi sto comunicando sembrano di interesse specialistico ma, vi posso assicurare, sono di facile comprensione anche per chi non ha una specifica cultura sanitaria. Vedere sul monitor i propri globuli rossi o i globuli bianchi o le piastrine e paragonarli con le immagini ottimali di riferimento è, semplicemente, entusiasmante. Tutto questo in poco tempo. Lo screening è ripetibile con frequenza grazie alla sua semplicità ed economia.

 

In Italia, questo tipo di esame non è molto conosciuto mentre all’estero viene usato come screening di prevenzione o come controllo frequente di patologie cronico-degenerative. Chi volesse approfondire questo tema può leggere l’opuscolo che ho scritto “Analisi del Sangue Vivo al Microscopio” (CsSapio). La conoscenza del mondo invisibile può esserci di grande aiuto per seguire uno stile di vita più sano e che rispetti l’ambiente e le risorse del pianeta.

 

La nostra salute, infatti, è legata alla salubrità dell’ambiente in cui viviamo. L’aria che respiriamo deve essere necessariamente la più pura possibile, sia fuori di casa che nelle nostre stesse case. Purtroppo, il più delle volte, l’aria delle case (soprattutto d’inverno) è più inquinata di quella esterna. L’aria pura è il primo elemento di vita ma anche della nostra salute. Se, assieme all’ossigeno, respiriamo veleni, è ovvio che la nostra salute ne risentirà.

 

A me è capitato più di una volta di entrare in alcune case e già sulla soglia mi si è bloccato il respiro. Eppure, gli abitanti di quelle case non erano consapevoli che la causa dei loro malanni era nella mancanza di aria pura. Quanti medici conoscete che vi “prescrivono” (eventualmente assieme ai farmaci) di arieggiare la casa più volte al giorno? L’aria pura è il primo presidio di prevenzione ma, purtroppo, oggi essa è sempre più inquinata!

 

Continua…

 

Rocco Palmisano

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com