October 24, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Cellino San Marco in festa domani, venerdì 21 giugno, dalle ore 18 alle ore 22. Su iniziativa del Distretto Urbano del Commercio “Terre del Negroamaro”, della Regione Puglia e dei Comuni di Cellino San Marco e di San Donaci, per domani è previsto un ricco programma di eventi che si svolgeranno a Cellino.

Alle ore 18, nel giardino di Palazzo Baronale, avrà luogo un convegno dal titolo “Centralità delle produzioni tipiche del territorio”.

Dopo i saluti del Sindaco di Cellino San Marco Salvatore De Luca, del Sindaco di San Donaci Angelo Marasco, di Antonio D’Amore per Confesercenti e di Giuseppe Chiarelli di Confcommercio, ci saranno gli interventi del Vice Presidente del Consorzio Vini DOP Salice Salentino Marco Pagano e di Carmine Dipietrangelo per l’Associazione Italiana Sommelier di Puglia.

Le conclusioni saranno tratte dal coordinatore dei DUC della provincia di Brindisi Pino Marchionna.

Dalle ore 18.30 alle ore 22.00, nel centro di Cellino si svolgerà “Calici in centro”, con degustazioni gratuite di vini guidate da sommelier professionisti. Si tratta di una iniziativa a cui hanno aderito numerose attività commerciali.

I “Mercatini”, invece, saranno presenti in largo Palazzo, in piazza Aldo Moro, in via Cavour e in piazza Mercato. Nel Palazzo Baronale, invece, ci sarà “Dall’uva alla botte”, iniziativa per bambini con mascotte, marionette e laboratori creativi. Previste anche visite guidate del centro storico e “Fantasmagorie d’artista” lungo le vie del centro.

Attraverso logiche di co-marketing il tessuto commerciale tradizionale si concede nuove opportunità di visibilità, invitando tra l’altro i cittadini a riappropriarsi del gusto di vivere il centro. Partendo da questo principio, il DUC ha fra i suoi obiettivi l’avvio di un sistema di sinergie in grado di unire saldamente tutti gli attori del possibile rilancio dei centri urbani: la cultura e il turismo, fattori indispensabili, non solo per garantire la sopravvivenza del piccolo commercio, ma anche migliorare la vivibilità di un luogo.

“Notte dei calici” si propone, in apertura della stagione estiva, come una kermesse dedicata ai prodotti enologici locali, nucleo intorno al quale ruoteranno momenti costruiti ad hoc per promuovere la cultura del territorio differenziando diversi target. Attraverso un’azione promozionale mirata, si punta ad attirare visitatori e turisti dai due capoluoghi di provincia limitrofi, Brindisi e Lecce, nonché le famiglie cellinesi che potranno riscoprire la qualità e la specificità dell’offerta commerciale cittadina.

L’organizzazione ha volontariamente puntato al coinvolgimento di molteplici attori territoriali. Le cantine, assolute protagoniste, condurranno i visitatori nei negozi, dove saranno allestite le degustazioni dei vini. In programma anche spettacoli di artisti di strada, un mercatino del commercio e dell’artigianato, un convegno tematico, visite guidate e laboratori didattici per i più piccoli.

Degustazioni enologiche nei negozi (in partenariato con l’Associazione Italiana Sommelier)

Un percorso alla scoperta delle produzioni autoctone più prestigiose si snoderà lungo gli assi viari del DUC nel comune di Cellino San Marco e avrà come tappe gli stessi negozi. Presso ogni punto vendita aderente, sommelier professionisti dell’AIS terranno degustazioni guidate, ed ogni negozio diventerà il luogo della scoperta delle “eccellenze”. Gli esercenti aderenti all’iniziativa allestiranno a tema la propria vetrina e predisporranno un punto degustazione.

L’ideale strada del vino tracciata nel centro commerciale naturale di Cellino San Marco sarà facilmente fruibile dai visitatori grazie alle indicazioni fornite sul materiale promozionale dell’evento che sarà distribuito per l’occasione.

Convegno “Centralità delle produzioni tipiche sul territorio”

A latere dell’evento e allo scopo di meglio definire l’offerta vitivinicola del territorio e le implicazioni culturali che caratterizzano il DUC “Terre del Negroamaro”, con il coinvolgimento delle Amministrazioni Comunali, sarà proposto un convegno sulla “Centralità delle produzioni tipiche sul territorio” che rappresenterà il necessario momento di condivisione con i cittadini ed i commercianti di uno degli obiettivi operativi del Distretto. Il tavolo sarà aperto agli operatori del territorio e a esperti del settore, con l’obiettivo di analizzare le modalità di tutela e promozione turistica dei prodotti tipici e stimolare la creazione di nuove sinergie.

Mercatino del commercio e dell’artigianato (in partenariato con l’Associazione Commercianti)

Quella del mercatino di prodotti commerciali ed artigianali è una strategia per colorare ed aumentare l’attrattività dell’evento, suscitare curiosità nei visitatori e in questo contesto si trasforma in una ulteriore vetrina da destinare alle attività commerciali del DUC. Lo spazio espositivo, composto da stand disposti tra Piazza Aldo Moro e Largo Palazzo, garantirà il necessario collegamento pedonale tra le diverse aree commerciali del centro urbano.
Agli stand degli operatori commerciali del DUC aderenti si aggiungeranno stand di artigiani hobbisti e spazi espositivi destinati alle stesse cantine coinvolte nel progetto.

Artisti di strada

A fare da trait d’union fra l’area della fiera e le strade commerciali coinvolte nel percorso delle degustazioni enologiche ci penseranno gli artisti di strada itineranti che animeranno il centro urbano con le loro fantasmagorie oniriche.

Laboratori didattici e visite guidate

Per offrire una significativa occasione didattica e ludica alle famiglie, a completamento dell’evento, sono stati pensati dei laboratori didattici destinati ai bambini in età scolare, messi a punto con la collaborazione delle maggiori masserie didattiche presenti sul territorio. I laboratori avranno luogo presso la sede del Palazzo Baronale che rimarrà eccezionalmente aperto durante l’evento e sarà fruibile con il supporto di guide esperte.

No Comments