December 9, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Parziali: 26-23, 44-44, 55-76, 72-99
Happy Casa Brindisi: Suggs 19, Tepic 3, Smith 12, Mesicek 9, Cardillo 3, Sirakov, Iannuzzi 13, Donzelli, Lydeka 10, Giuri 3, Petracca. Coach: Vitucci
Vanoli Cremona: Johnson-Odom 29, Martin 25, Gazzotti, Diener T., Ricci 4, Ruzzier 2, Portannese 4, Fontecchio 15, Sims 12, Diener D.6, Milbourne 2. Coach Sacchetti

 

Nella gara che avrebbe potuto regalare la salvezza matematica, Brindisi gioca alla pari contro la Vanoli Cremona solo per due tempi. Poi la squadra di Sacchetti prende il largo e i biancazzurri non riescono a reagire.
Serve a poco recriminare sull’assenza di Moore o sulle cattive condizioni fisiche di Tepic, perchè la New Basket di questa fase di campionato è una squadra abulica, con un gioco deficitario ed un atteggiamento mentale non consono all’importante obiettivo da raggiungere.
Per fortuna che Pesaro continua a perdere e che la salvezza della Happy Casa potrebbe passare proprio dall’incapacità dei marchigiani di vincere tutte le altre tre gare in programma.

La partita:

Dopo un buon avvio di Brindisi, con Suggs in grande evidenza, Cremona prende le contromisure e guidata da un ottimo Johnson-Odom rimonta e mette il naso in avanti (11-14).
Vitucci da spazio a Iannuzzi, Mesicek e Cardillo e Brindisi mette a segno un parziale di 9-0 in meno di due minuti (22-18). Grazie ad una buona difesa ed una ottima circolazione di palla in attacco, Brindisi va a + 6 (26-20). Si va al primo riposo sul 26-23.

Secondo quarto veloce ed equilibrato. Negli ospiti si segnala Martin con due schiacciate fenomenali. Brindisi trova in Iannuzzi un buon terminale offensivo, bravo a battere il quintetto “basso” ordinata da Sacchetti. Dopo 3 minuti è 31-32.
Cremona va a +4 (31-35) poi subisce un 9-0 targato Smith, Mesicek e Tepic (40-35). Brindisi gioca bene di collettivo mentre la squadra di Sacchetti si affida maggiormente alle iniziative individuali. Al riposo si va con una tripla di Johnson-Odom che scrive il 44-44.

Al rientro sul parquet di giochi Cremona è più viva e precisa. Dopo 3’10”, sul 48-54, Vitucci chiama time-out. A tentare di suonare la sveglia è Marco Giuri autore della tripla del 51-54 ma la Vanoli è davvero in palla. Con un Johson-Odom fenomenale, ben spalleggiato da Martin e Fontecchio, i lombardi operano il break di 15, vanno a +18 (53-71) e scrivono la parola fine al match.
Brindisi non riesce a reagire e sul 55-73, a 1’19”, Vitucci ferma la gara per catechizzare i suoi. Al termine del periodo è 55-76.

Nell’ultimo quarto si gioca solo per onor di firma. Brindisi, con iniziative sporadiche dei singoli rosicchia qualche punto ma non riesce mai ad avvicinarsi alla squadra di Sacchetti. Nelle fasi finali la Vanoli dilaga raggiungendo fino al +27 di fine match (72-99).

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com