November 25, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Consegnate oggi le Apparecchiature donate dai Lavoratori Eni Versalis, BSG e dal Cral del Petrolchimico.
Un gesto di solidarietà può risultare spesso una goccia nel mare, ma a forza di versare gocce, il mare si può anche riempire!

 

A questi giorni di emergenza sanitaria globale e di rovinosa congiuntura economica, di isolamento, quarantena e malinconico distanziamento cui il nemico invisibile pare volerci condannare, resiste un atteggiamento spontaneo di chi appartiene ad una comunità e vuole condividerne le necessità, dando coraggiosamente vita ad iniziative collettive di sostegno morale e materiale.

 

Le Rappresentanze Sindacali Unitarie di Eni Versalis Spa e Brindisi Servizi Generali Scarl, recepite le reali esigenze sanitarie, si sono adoperata a soddisfare prontamente l’esigenza manifestata e in tempi record, nella giornata odierna hanno effettuato la consegna di DUE ECOGRAFI POLMONARI DI ULTIMA GENERAZIONE con accessori a corredo, termoscanner e saturimetri direttamente nelle sapienti mani dei Dirigenti Medici dei reparti Rianimazione e Pneumologia dell’ospedale Antonio Perrino di Brindisi, nell’intento di munire questi eroi moderni di apparecchiature diagnostiche innovative e altamente tecnologiche utilissime non solo per il contrasto di questo male dilagante .

 

Naturale concretizzazione del sentimento di vicinanza delle centinaia di maestranze che considerano quale indicatore più sensibile della qualità civile e morale di una comunità proprio la Sanità, luogo della cura reciproca e del conforto, oggi chiamata ad esprimere la propria migliore prestazione profondendo sforzi oltre ogni concepibile sacrificio.

 

Allo straordinario momento di condivisione hanno partecipato le segreterie territoriali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, Cisal Chimici ed Ugl Chimici ed una rappresentanza del Cral Petrolchimico di Brindisi, fornendo coordinamento e sostegno burocratico oltre che economico, fondamentali al perseguimento del risultato, unitamente alla sollecitudine della Direzione del personale ed al senso di responsabilità sociale delle aziende citate.

 

Un impulso, quello del sistema petrolchimico, tutt’altro che nuovo alla partecipazione attenta alle questioni del territorio.

 

Poche settimane addietro registravamo, infatti, all’interno dello stabilimento e sotto la accorta regia del Dopolavoro, una considerevole donazione di sangue a seguito di un urgente appello della Asl, una lauta offerta delle coinsediate (Versalis Bsg Basell Enipower Enirewind Chemgas) di cento pasti caldi alla Caritas cittadina per una intera settimana e, ancora più recentemente, seppure nell’incomprensibile silenzio delle istituzioni comunali, provinciali e regionali indubbiamente impegnate nella gestione dell’emergenza, ma il cui riscontro sarebbe un giusto plauso al contributo speso, l’elargizione, da parte di Eni, di cospicue attrezzature, dispositivi e suppellettili che sostanzialmente arredano, da adesso, la Terapia Intensiva Covid di Brindisi.

 

Le Rsu tutte, dopo aver intercettato e fatto propria la spinta altruista dei colleghi, al termine di un maturo percorso di confronto, ritengono di averne interpretato nella migliore maniera possibile la proverbiale intraprendenza e grandezza d’animo, ribadendo come, prima ancora che Lavoratori consapevolmente impegnati in questo difficile periodo, ci sentiamo, insieme, uomini, donne e cittadini di una collettività oggi sofferente ma che guarda responsabilmente al futuro.

 

SEGRET. TERRIT. UILTEC- FEMCA CISL- FILCTEM CGIL- CISAL CHIMICI- UGL
Rappresentanze Sindacali Unitarie di Eni Versalis e Brindisi Servizi Generali
 

Quanto sta accadendo in queste settimane rimarrà per sempre stampato nella memoria di ciascuno di noi. Alle notizie drammatiche riguardanti la perdita di tante vite umane e la sofferenza di chi ha contratto il virus, si aggiungono anche gesti importanti da parte di chi non ha voluto far mancare il proprio sostegno a chi vive situazioni drammatiche.

E’ di queste ore, ad esempio, la notizia della donazione di due ecografi polmonari che i lavoratori del Petrolchimico di Brindisi hanno voluto effettuare all’ospedale Perrino.

Senza scendere nei dettagli, va evidenziato che si tratta di un notevole sforzo economico che va ad aggiungersi a quello che gli stessi lavoratori compiono per aiutare tante famiglie in difficoltà, in ogni angolo della nostra provincia, così come alle donazioni di sangue per sopperire ad una carenza pericolosissima.

Una chiara dimostrazione del sentirsi “comunità” che andrebbe presa come esempio da tanti altri lavoratori.

Nel frattempo, un “grazie” di cuore a tutti coloro che operano nel Petrolchimico ed hanno donato un altro tassello utile per rendere la sanità pubblica ancora più sicura.

Mauro Vizzino – Presidente Commissione Ambiente della Regione Puglia

No Comments