September 25, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Poesie sul letto: parole d’amore, di viaggio e di luce” è il titolo della recente opera di Antonio Carassi, brindisino doc che da circa un anno vive in Romagna.
Il libro di poesie è distribuito in formato ebook sui principali store digitali (Amazon, Ibs, Mondadori Store, Media 365, Libreria Universitaria) al prezzo di €. 1,99

 

L’AUTORE:
Nato a Brindisi nell’ottobre del 1978, Antonio Carassi è una personalità che lascia il segno nella città di Brindisi e nel Sud Italia. Come “Dj Morph” ha al suo attivo una lunga carriera radiofonica. Nella veste di produttore e dj, vanta decine di collaborazioni con artisti nazionali ed internazionali.
A marzo del 2019 annuncia il ritiro dalle produzioni musicali e, dopo una carriera artistica durata trentadue anni, segue l’istinto di intraprendere la carriera di scrittore.
La grande passione per la scrittura conduce Antonio Carassi a presentarsi sotto una nuova veste. Con il proprio nome e cognome si cimenta in un nuovo percorso artistico che lo porterà ad emozionare nuovamente il suo pubblico.
Dopo “Poesie sul letto”, Carassi ha promesso di regalare, il più presto possibile, il suo primo romanzo.

 
POESIE SUL LETTO:
“Poesie sul letto” è una autoproduzione creata sulla piattaforma Streetlib, che permette di trovare il libro su tutti i canali digitali per la vendita di ebook.

Il volume è un viaggio interiore e – come ama definirlo Antonio Carassi – “un estratto di un grande amore”.
L’amore traspare non solo nell’introduzione, ma in ogni poesia. Accanto all’amore assumono valore i viaggi, la speranza ed anche la tanta agognata serenità.

“Poesie sul letto” rappresenta per Antonio Carassi il punto di partenza per reinventare ancora una volta la sua vita, dandole una sfumatura diversa, probabilmente più matura.
A ben guardare, però, “reinventare” e dare “sfumatura diversa” ad una vita rappresenta il segreto per cui Antonio Carassi diventa la parola di ogni lettore, di chiunque può riconoscersi nelle 13 poesie che compongono l’opera (AUTUNNO, COME QUANDO, ELETTO, CREPUSCOLO, IL MONDO PERFETTO, LEI, LUNA, PRIMA DI DORMIRE, ETERNO, IN TE, VIAGGIARE, LEON, ONDA).

 

PERCHE’ ACQUISTARE L’E-BOOK:
Lo diciamo con le parole dell’autore:
Bene, sono qui a darvi una buona notizia, visto che siete chiusi in casa e avete contato ogni mattonella, letto anche gli ingredienti dello shampoo, vi do qualcosa da leggere mentre siete ancora in quarantena, e se mi venite a dire che non sapete leggere in italiano, vi do un’altra buona notizia, anzi 3 buone notizie, il mio libro di poesie è stato tradotto in 3 lingue!!!”

Infatti il libro di poesie è stato tradotto in francese (Poémes sur le lit: mots d’amour, de voyage et de lumière), inglese (Poems on the bed: words of love, travel and light) e spagnolo (Poemas en la cama: palabras de amor, viaje y luz).

 

Cos’altro aggiungere se non l’esortazione di Antonio “Morph” Carassi: “Vi costa quanto una colazione al bar, e visto che la colazione la dovete fare a casa… comprate il libro, più semplice di così 😆”

 

Titolo: Poesie sul letto.
Autore: Antonio Carassi
Editore: Antonio Carassi
Data di Pubblicazione: marzo 2020
Pagine: 19
EAN: 9788835388807

 

DJ MORPH: LE INNUMEROVOLI ESPERIENZE PRIMA DI VESTIRE I PANNI DI ANTONIO CARASSI
Nato a Brindisi nell’ottobre del 1978, cresce, a differenza dei suoi simili, con influenze musicali strane per un bambino degli anni ‘80. Kraftwerk, To Rococo rot, Depeche Mode, A-ha, e tutta la discografia di Mike Oldfield e Franco Battiato lo spingono a 7 anni a intraprendere la lunga strada che lo porterà, ai giorni nostri, ad essere uno degli esponenti italiani della electronic music più in vista nella scena underground europea e, da qualche tempo, anche asiatica visto che il Giappone è ormai considerato la sua seconda patria artistica.
Dotato di una sicura conoscenza dell’arte musicale, ha nel suo bagaglio una grande predisposizione alla comunicazione di massa in grado di coinvolgere emotivamente una vasta gamma di cervelli pensanti.
Nell’aprile del 2006, entra a far parte come producer della ghost crew di producer, South Conspiracy, acquisendo lo pseudonimo di Dark Fader. Chiuso in studio per sei mesi a stretto contatto con le filosofie di produzione del gruppo, affina le sue tecniche e diventa parte attiva del progetto e portavoce del gruppo.
Nell’inverno del 2006 decide di affrontare la prima prova da produttore solista e, sotto il suo primo pseudonimo, Morph, coadiuvato dal team della South Conspiracy, si rintana in studio e produce un pezzo dopo l’altro (tutti con l’intento di riportare su musica le varie sfaccettature dell’anima artistica), spaziando dalle sinfonie chopin- iane, che tanto lo hanno ispirato, alla drum & bass ostica e veloce del produttore Roni Size.
Questo è “ He Comes ”, dieci tracce più una bonus track che han saputo guadagnarsi una stella fra gli album proposti da Electronic Scene.
Il singolo “Innamoratevi”, unico pezzo in cui il nostro si avvale della collaborazione della South Conspiracy, viene trasmesso in Italia dai vari network radiofonici ed entra nella high rotation in quattro radio giapponesi, riscuotendo successo anche in Francia, in Canada e in Australia. In esso viene campionato il monologo estratto dal film “ La Tigre e la Neve ” del premio oscar Roberto Benigni, il quale si dimostra entusiasta ed approva in pieno il progetto quando Morph glielo presenta attraverso la Melampo Produzioni.
Instancabile come tutti i creativi, non si concede una pausa, e mentre è ancora in promozione “ He Comes ”, proietta la sua mente verso un genere musicale che lo affascina molto, la minimal house.
La concepisce a modo suo, ne varia le metrature e le regole, e in dieci mesi crea “ Minimal is the answer ”, che viene apprezzato dagli addetti ai lavori che ne ascoltano le prime tracce promozionali.
Arriva la svolta quando la Delectable Record di Genova, giovane etichetta indipendente, che propone di produrgli l’album e fargli firmare un contratto di cinque anni.
I vari singoli estratti dall’album, che vengono proposti sul portale di musica dance internazionale Beatport, ricevono ottimi feedback da guru della musica dance elettronica
Nell’estate del 2008 scrive uno spettacolo teatrale atto a legarsi alla musica ambient elettronica da lui creata o mixata; innamorato del “Giulio Cesare” di Shakespeare, propone all’attore e regista Massimo Romano di portarlo in scena, interpretando il ruolo di Marcantonio. Nella prima mondiale avvenuta durante la Notte Bianca di Galatina, si lega al progetto anche l’attore Riccardo Riccardi che si esibisce in un cameo che sconvolge il pubblico e la critica.
È un successo. Si crea un giro di attenzione verso il progetto che, nell’inverno del 2008/09, sarà messo in scena nei teatri italiani.
Non contento del periodo positivo e delle ottime critiche che indurrebbero un altro a riposare un po’ sugli allori, Morph non si da pace e in una conferenza stampa annuncia il work in progress per un nuovo album del quale rivela solo il titolo, “ Equilibrium ”. Produce la buona parte delle tracce del nuovo album della South Conspiracy, il sesto del gruppo, “ The Legend of the faceless man ”.
“ Equilibrium ” invece, il nuovo album, contiene sei tracce minimal house.
Duro, senza sbavature e fronzoli inutili, l’album nel suo essenzialismo puro viene consegnato in parte alla Delectable Record ed in parte ad un giovane produttore giapponese, Satoru Uemura che crede molto nelle doti musicali del produttore italiano e lo fa volare dall’altra parte del mondo per un tour live che lo vede impegnato per un anno e mezzo nei più grandi locali di Tokyo, Osaka e Sapporo.
Qui entra in contatto con la realtà internazionale di Samurai Fm il primo network radiofonico al mondo per la musica elettronica, e diventa direttore artistico del programma in onda nel week end, Machinarium, un contenitore di dj set che conta più di 12 milioni di ascoltatori nel suo primo anno di vita.

Ritornato in Italia continua la sua carriera da produttore e live performer con spettacoli di house e techno in giro per il paese,
Milano, Bologna e Roma ballano con la sua musica nei week end del 2009. Lo stile ricercato lo incorona resident negli spettacoli Transition e lo spettacolo estivo annuale Boara Inn lo conferma per 3 anni come special guest.
Uemura lo prende sotto la sua ala protettiva e gli commissiona un album per l’estate del 2010, lavoro che ha già un titolo, “ Love under the Fuji Yama ”, che lascia intendere poco dal titolo su quelle che sono le intenzioni di Morph.
Stupisce con un album che lascia tutti a bocca aperta, diretto e immediato.
E’ un album che segna un percorso nuovo, fatto di studio e di impegno, la critica lo adora dall’Italia al Giappone, lo stesso Giappone che lo accoglie qualche hanno prima con i suoi suoni minimal house ora lo apprezza per questi suoni rarefatti tanto che Masakazu Kitanaka, grande critico ed autore radiofonico, lo mette accanto ai grandi
del nostro secolo.
Cura la colonna sonora di un lungometraggio del regista di Osaka, Yosuke Kimihigashi, tre tracce sperimentali che fanno da music line a delle atmosfere visive futuristiche.
Non si ferma mai; la South Conspiracy lo convoca in studio di registrazione per collaborare come chief project di un nuovo album che verrà distribuito dalla Magic Shop Record nel dicembre 2010; l’album si chiamerà
“ Akira|Ki ko ”. Il 2011 si presenta come un anno ricco di produzioni da parte del nostro instancabile Morph.
Nello stesso mese, partecipa alla mostra celebrativa dei trent’anni di carriera del Maestro Pino Nardelli, “Pino Nardelli punto e a capo” e ne scrive le musiche che faranno da colonna sonora durante il periodo espositivo, in un live set che vede impegnati il produttore che suona e il maestro che dipinge contemporaneamente. Morph produce tre tracce contenute in un EP dal titolo “ Pino Nardelli punto e Morph ”. Abile sinesteta, egli è in grado di manipolare il suono a seconda dello spazio e del luogo che lo circonda.
Musica ancora una volta, nel novembre 2011, una mostra estemporanea del M° Nardelli intitolata “ Autunno Caldo ” per la quale Morph
scrive quattro brani sul tema, consolidando sempre di più questa collaborazione.
Nel giugno del 2011 ha rileva ogni diritto di produzione della South Conspiracy e gli album creati con questo nome non saranno altro che produzioni in linea con quella che fu la filosofia musicale del gruppo, ma che in questo caso rappresenteranno lo stesso Morph con un altro pseudonimo.
Nel 2012 l’exploit della carriera lo porta ad impegnarsi con sei fra maggiori etichette dicografiche mondiale per la produzione di musica house e techno.
La Crossworld Records gli produce l’album Rulez the Nation, la Pasica Records il mini cd Lets do it again, la belga Aztec gli album Buzz e Battle, alla Tristel Tech invece affida la produzione degli album Domo Arigato e Trains, la Fruit Records label tedesca gli produce l’album Infinite Dawn.
Stringe una forte collaborazione con la crew dei Sud Sound System per i quali remixa due tracce che saranno contenute nel nuovo album e remixa il singolo “A meru a nui” di Rankin Lele e Papa Leu.
Vince nel giugno del 2012 il premio come miglior produttore di musica di avanguardia europeo al Vime.
Scrive per l’artista Dario Sylè Nardelli, le musiche per la mostra d’arte contemporanea “People” in rassegna nel novembre del 2012, suonando live durante la prima serata presso i Bastioni di Porta Napoli a Brindisi, spettacolo che vede presenti circa 1000 visitatori nella prima sera
Attualmente in studio impegnato con i remix di Tensione Evolutiva e Io Danzo di Lorenzo Jovanotti per la Soleluna Records, ha remixato “L’amore ai tempi della crisi” dei Toromeccanica per la Rusty Records.
Instancabile come sempre accoglie nel marzo del 2013 la richiesta della Sony Records di remixare Too Young to Die dei Jamiroquai. Diventa tra i principali remixer della Cubek Records, lavorando sulle sue personali versioni di tracce di Picoaga & Repetto (producer colombiani) e Andreas Rey (producer italiano)
Termina dopo due anni la stesura e la scrittura dello spettacolo teatrale elettronico “Voragine” nel marzo del 2013 pronto a partire con un nuovo periodo di intenso lavoro e tour.
Nell’aprile del 2013 viene scelto dalla Adidas Italia a rappresentare con il suo live set la nuova collezione estate shoes all’interno dell’Adidas Store di Brindisi dove si esibisce nel maggio 2013 con un live set elettronico, seguirà un tour italiano nei vari stores.
La Cubek Records gli commissiona nell’aprile del 2013 un album di sei tracce tech house che Morph decide di chiamare “ Puglia ”. Nell’estate 2103 scrive tre tracce per la colonna sonora dello spettacolo teatrale “Candido” di Voltaire per la regia di Maurizio Ciccolella, e cura tutta la colonna sonora dello spettacolo teatrale “Le georgiche di Virgilio” sempre per lo stesso regista.
Nel luglio 2013 la Vike Records decide di ristampare l’album “ Love under the Fuji Yama ” Nell’agosto del 2013 la Cubek Records include una sua traccia nella compilation “We live togheter”
La newyorkese D-Noize sempre nel settembre 2013 lo prende sotto la sua ala
protettiva con un contratto di 5 anni.
Nel Febbraio del 2014 mette in free download un album dal nome #duemetriquadri. Album dal gusto techno minimal con quel tocco di sperimentazione tipico dell’artista.
Sempre nel Febbraio 2014 la Vike Recordings gli produce l’ep Capricious, una release di tre tracce techno minimal.
La londinese Crossworld Records acquista i diritti di This is it, traccia composta a quattro mani con il pianista Frank Cotardo che label decide di inserire in una compilation dedicata ai producers italiani.
Nel maggio del 2014 entra a far parte come componente, nel gruppo pop rock italiano “Bordopelle”. Occupando il ruolo di synth player e seconda voce. Dando con la sua esperienza nell’ambito elettronico, una chiave diversa ai brani del gruppo.
Nell’estate del 2014 anche se impegnato in vari live e dj set trova il modo di scrivere un singolo per la Vike Records dal titolo “Blowjob on the beach” che esce poi sulla compilation della stessa etichetta “Vike Superclassics Style Summer” e poi riproposta in settembre per la Submerged Words 2.
Agosto 2016 è il mese in cui conclude il remix ufficiale di “La Megghiu Medicina” dei Sud Sound System dall’album Sta Tornu, e continua la sua lista di remix per artisti come Bjork, Moby, Jamiroquai, Mar Y Soul, Sofia Brunetta.
Continua la sua collaborazione con Jovanotti per il quale apre il concerto di Bari per l’Ora tour, e l’artista toscano gli commissiona successivamente due remix di un album che è in fase di lavorazione.
All’uscita dell’album 2015 Cc di Jovanotti remixa Sabato e ne fa due versioni che vengono suonate dai dj più di spicco in Italia.
Nel maggio del 2018 per la Sony music remixa il singolo di Bjork “Solstice” ne crea una versione in linea con i suoni future house, viene suonato nei più importanti club di settore.
Nei suoi dj set, ricchi di ecletticità, l’artista propone un misto di deep house, tech house ed elementi tribali creati dal vivo che fanno sì che ogni spettacolo si differenzia da quello precedente.
Nel Luglio del 2018 un grave incidente stradale interrompe la carriera artistica di Morph, che abbandona gradualmente le scene musicali e le produzioni.
A marzo del 2019 annuncia sui suoi canali social ufficiali il ritiro dalle scene e lo stop della sua carriera come dj producer.
La carriera artistica di Dj Morph è durata trentadue anni, ha toccato oltre 15 paesi nel mondo diffondendo il suo mood sonoro e la sua energia
Le etichette discografiche con le quale ha avuto un contratto sono Crossworld Records (UK) De-Noise (Usa) Cubek Records (Colombia) Wulongzu Records (Cina) K7 (Austria)
Samurai Records (Japan) Hit Beat Records (Ita/Fra) Soleluna Records (Ita) Sony Records (Uk) Vike Records (Ita)

No Comments