September 21, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

La necessità di garantire il distanziamento sociale anche nella cosiddetta Fase 2 impone uno sforzo di fantasia alle Amministrazioni Comunali che si troveranno a fronteggiare impegni cui difficilmente potranno far fronte con il personale in servizio con le scarse risorse di cui dispongono.

L’invito che rivolgo ai Sindaci è allora quello di utilizzare al meglio le opportunità offerte dalla normativa in tema di reddito di cittadinanza.

Il recente Decreto adottato dal Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo consente ai comuni di utilizzare i percettori del reddito di cittadinanza in progetti di utilità pubblica (PUC) per potenziare i servizi in campo sociale, ambientale e culturale fortemente ridotti in un recente passato per la scarsità delle risorse a disposizione e per il blocco nel turn over disposto per le assunzioni.

L’attivazione di questi progetti non comporterebbe alcun onere per le casse dei Comuni se non il costo della assicurazione INAIL per i rischi di incidente sul lavoro e per le malattie professionali.

Perché, allora, non pensare di utilizzare i percettori del reddito di cittadinanza come steward per disciplinare l’accesso alle spiagge libere o ai parchi controllando che vengano rispettate le indicazioni in tema di distanziamento sociale.
E’ bene chiarire che non si tratta di una forma di sfruttamento dei lavoratori.

L’introduzione del reddito di cittadinanza è stata accompagnata da polemiche a non finire che spaziavano dalla critica al vantaggio che ne avrebbero ricavato i cosiddetti “furbetti del divano” al rischio paventato che di tale sostegno potessero avvantaggiarsi anche quanti si erano macchiati di reati di diversa natura come, purtroppo, le inchieste di questi giorni hanno dimostrato.

Essere impegnati in attività di valenza sociale, specie in questo momento emergenziale, potrebbe anche rappresentare una forma di riscatto per i percettori del reddito di cittadinanza che certamente preferirebbero entrare finalmente nel mondo del lavoro piuttosto che recitare la parte di coloro che sono mantenuti a spese della collettività.
La palla passa ai Sindaci: che dimostrino la fantasia ed il coraggio che occorre per uscire da questa situazione di estrema difficoltà per tutti i cittadini.

 

 

Pino Romano – Presidente Commissione Sanità della Regione Puglia

No Comments