December 12, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Il “Messapica Film Festival” (MFF), il primo festival cinematografico della città di Mesagne dedicato al mondo femminile entra nel vivo. Il MEFF, in programma dal 22 al 28 luglio, propone una settimana densa e completamente gratuita tra il Castello Normanno Svevo e altri luoghi della città di Mesagne. Sette giorni di cinema che diventano un’occasione per tutta la provincia di Brindisi e, contestualmente, una porta all’estate culturale del Salento.

Omaggiando già nel nome la tenacia e la forza di volontà della donna messapica e, allo stesso tempo, alludendo alla centralità dell’immagine femminile nel contemporaneo, il festival è dedicato al cinema d’autore delle donne e sulle donne, con film e documentari provenienti da tutta Europa, ma anche incontri, masterclass, presentazioni di libri, laboratori, tavole rotonde e incursioni live.

“Questo piccolo festival è alla sua prima edizione e ha diversi aspetti di preziosità e unicità – commenta Simonetta Dellomonaco, presidente di Apulia Film Commission-. Da una parte sottolinea, senza diventare un festival di genere, la specificità femminile nel cinema. Specificità che è un dato di fatto ma che molto spesso viene sacrificata o misconosciuta. Allo stesso tempo, si tratta di un intervento su un territorio che ha ancora molto da esprimere anche in ambito cinematografico, compreso un grande potenziale dei giovani del posto che hanno un ruolo chiave nella valorizzazione del proprio territorio. Inoltre – prosegue Dellomonaco-, la presenza di nomi e opere così rappresentative e di valore chiarisce subito l’alta qualità artistica e sociale del festival, dove addirittura è stato coinvolto il maestro Ken Loach. Anche questo è il compito di Apulia Film Commission, che sta lavorando tantissimo sull’audience development e sulla valorizzazione delle location cinematografiche pugliesi. Ad ottobre ci sarà il nostro forum di coproduzione proprio a Brindisi e anche quella sarà l’occasione per far conoscere questa parte della Puglia agli 80 produttori e autori internazionali presenti”.

Tra gli eventi principali la proiezione di una pellicola che non esisterebbe senza la forza e la tenacia di una donna: “Sulla mia pelle”, il film che ricostruisce gli ultimi giorni di Stefano Cucchi. Ilaria Cucchi, oltre a essere nel Comitato d’Onore del Festival insieme a Ken Loach, alla senatrice Liliana Segre alle Pussy Riot al regista Philip Groening e alla costumista Lina Nerli Taviani, interverrà anche in diretta streaming con l’avvocato Fabio Anselmo la sera della proiezione.

Ospite del festival sarà anche una delle più apprezzate cineaste italiane, Wilma Labate, con le due protagoniste del suo documentario “Arrivederci Saigon”, applauditissimo all’ultimo Festival di Venezia. La Labate presenterà il suo film e terrà una Masterclass sul cinema.

Dal Festival di Berlino arriva il film di grandissima attualità “Styx” (che racconta il coraggio di una donna nel salvare dei migranti in mare); il portavoce nazionale di Amnesty, Riccardo Noury sarà al MEFF per presentare “Cosa dirà la gente”, potente film norvegese incentrato su una ragazza pakistana che si ribella alle leggi del padre. Toccherà, invece, a Moni Ovadia sensibilizzare il pubblico oltre ogni retorica, con una Masterclass particolarmente interessante focalizzata esclusivamente sui “diritti umani”.

Il festival ospiterà poi una delle autrici che più hanno segnato l’immaginario del paese, Lidia Ravera. La scrittrice, con una Masterclass sulla narrazione, traghetterà il pubblico dall’irriverenza di “Porci con le ali” al valore trovato ne “Il terzo tempo” (il suo ultimo lavoro che ha ispirato una collana di Giunti sui romanzi d’amore over 60).

In apertura e in chiusura due pellicole restaurate dalla Cineteca Nazionale: il 22 “È piccerella”, film muto diretto dalla prima cineasta italiana (Elvira Notari) che sarà introdotto dalla Conservatrice della Cineteca, e il 28 “La notte di S. Lorenzo” dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani, che sarà accompagnato da Lina Nerli Taviani, costumista che da cinquant’anni lavora al fianco di tutti i grandi del cinema italiano.

Realizzato dall’Associazione Culturale Blue Desk e Comune di Mesagne, con l’ideazione e la direzione artistica di Floriana Pinto, il progetto è sostenuto da Apulia Film Commission, con risorse a valere su “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia, Regione Puglia, Assessorato Industria Turistica e Culturale. MEFF ha ottenuto il patrocinio di Ministero dei Beni Culturali, Sindacato Nazionale Critici Cinematografici (SNCCI) e Associazione Nazionale Autori Cinematografici (ANAC), ed è realizzato in collaborazione con CSC – Cineteca Nazionale, Ambasciata di Svezia, Ambasciata di Norvegia, Goethe Institut e il settimanale LEFT (Programma completo su www.bluedesk.it).

 

 

PROGRAMMA

 

LUNEDI22 LUGLIO

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

È PICCERELLA

di Elvira Notari

Italia 1922 – b/n 90 min

 

Elvira Notari è stata la prima cineasta italiana.

Interamente restaurato dalla Cineteca Nazionale nel 2018 e sonorizzato dal Maestro Enrico Melozzi, il film è un documento appassionante e commovente del sud Italia ai primi del novecento.

 

Interviene: la Conservatrice della Cineteca Nazionale DANIELA CURRO

 

Ore 23.30 Le donne raccontano la realtà (Documentari nelle piazzette)

 

BROTHERS

di Aslaug Holm

Norvegia 2015 – 110 min

 

La regista comincia a documentare la crescita dei figli quasi per gioco.

Dieci anni dopo si ritrova in  mano due personaggi cresciuti che hanno scoperto la vita.

Premio Speciale della Giuria Hot Docs Toronto.

 

MARTEDI’ 23 LUGLIO

ORE 18.00 FOCUS Baldina di Vittorio (Associazione Giuseppe Di Vittorio)

Sarà presente la regista Chiara Cremaschi, a cura di Mesagne Bene Comune e Associazione di Vittorio

 

ORE 19.00 Lezioni d‘autore (Auditorium del Castello)

 

Masterclass sui diritti umani di MONI OVADIA.

Il genio e l’impegno di uno dei più importanti artisti italiani, per orientarsi, oltre la retorica, nel presente.  Quando le storie dei popoli si ripetono, la Storia diventa una guida.

 

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

BECOMING ASTRID

di Pernille Fischer

Svezia 2018 – 123 min

 

Pippi Calzelunghe nasce dalla penna di una grande scrittrice, il suo nome è Astrid Lindgren. La sua è una storia di ribellioni alla società e ai dogmi religiosi. Il film Becoming Astrid ne è un’avvincente racconto.

 

Ore 23.30 Le donne raccontano la realtà (Documentari nelle piazzette)

 

INDESIDERABILI

di Chiara Cremaschi

Italia 2010 – 52’

 

Nel 1938, in un paesino del sud della Francia, vengono internati gli stranieri ritenuti responsabili dei mali economici e sociali del paese. Baldina Di Vittorio e Giulietta Fibbi, figlie di esuli antifascisti, hanno appena vent’anni quando vengono recluse.

 

MERCOLEDI’ 24 LUGLIO

Ore 19.00 I libri parlano del presente (Piazza Commestibili)

 

‘Adolescenti nella rete – Quando il web diventa una trappola ’ (L‘Asino D’oro Edizioni).

Tre autori che si occupano di età evolutiva in diversi ambiti, indagano il problema del web tra relazioni virtuali, dipendenze e cyberbullismo.

 

Interviene la co-autrice ASSUNTA AMENDOLA

 

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

COSA DIRA’ LA GENTE

di Iram Haq

Norvegia 2017 – 104 min

 

Nella Oslo di oggi per fare la normale vita di adolescente, Nisha è costretta a una doppia vita, a disobbedire alle leggi del padre e della sua famiglia pakistana. Un film molto forte, che la regista ha potuto realizzare solo dopo aver vinto una personale battaglia culturale.

 

Interviene: il portavoce di Amnesty Italia RICCARDO NOURY

 

Ore 23.30 Le donne raccontano la realtà (Documentari nelle piazzette)

 

TAGLIATORI DI LINGUE

di Solveig Melkeraaen

Norvegia 2017 – 85 min

 

La Norvegia è un paese all’ avanguardia, lassù far lavorare i bambini d’estate non è sfruttamento. Con leggerezza e ironia il film racconta una storia molto singolare: i tagliatori ufficiali delle lingue di merluzzo hanno meno di 10 anni.

 

– GIOVEDI’ 25 LUGLIO

Ore 19.00 I libri parlano del presente (Piazza Commestibili)

 

‘Contro il neoliberismo – Conoscenza, lavoro, arte, socialità’ (edito da LEFT).

Un viaggio tra le maglie strette del liberismo e le alternative possibili.

 

Intervengono: la curatrice LEDA DI PAOLO e l’economista ANDREA VENTURA

 

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

SULLA MIA PELLE

di Alessio Cremonini.

Italia 2018 – 100 min

 

Gli ultimi giorni di Stefano Cucchi, arrestato nel 2009 la sera del 15 ottobre e deceduto nella giornata del 22. Una delle vicende più scure della nostra storia recente, venuta a galla soltanto grazie alla forza e la tenacia di Ilaria Cucchi.

 

Intervengono in collegamento: ILARIA CUCCHI (membro del Comitato d’Onore del Festival) e l’avvocato FABIO ANSELMO.

 

Ore 23.30 Le donne raccontano la realtà (Documentari nelle piazzette)

 

ADOPTED

di G. Widlok e R. Rech

Germania 2011 – 87 min

 

Un delizioso documentario su un bizzarro scambio interculturale: tre adulti occidentali – in crisi nelle loro famiglie – decidono di farsi adottare da tre famiglie in Ghana.

La vicinanza forzata genera inevitabili equivoci.

 

VENERDI’ 26 LUGLIO

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

STYX

di Wolfgang Fischer

Italia 2018 – 95 min

 

Dal Festival di Berlino arriva una storia di grandissima attualità. In solitaria con la sua barca a vela una donna si imbatte in un peschereccio di profughi africani in gravi difficoltà. Per aiutarli deve disobbedire alla legge.

 

Interviene: il distributore italiano del film PAOLO MINUTO

 

 

Ore 23.30 Le donne raccontano la realtà (Documentari nelle piazzette)

 

PUSSY VERSUS PUTIN

di Taisiya Krougovykh e Vassily Bogatov

Russia  2013 – 63 min

 

Premiato all’IDFA di Amsterdam, è il film che racconta dall’interno il collettivo delle Pussy Riot, nato e cresciuto nel clima illiberale della Russia di Putin.

Stiamo con la band dalle prime irruzioni punk fino alla condanna a due anni di carcere in Siberia.

 

– SABATO 27 LUGLIO

Ore 19.00 Lezioni d‘autore (Auditorium del Castello)

 

Masterclass di cinema di WILMA LABATE.

Una delle più apprezzate registe italiane (La mia generazione, Signorina Effe) sempre capace di declinare la Storia attraverso le storie delle persone.

 

 

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

ARRIVEDERCI SAIGON

di Wilma Labate

Italia 2018 – 80 min

 

Nel ‘68 quattro musiciste ricevono una proposta da favola: una lunga tournée in Oriente. Partite con grandi sogni si ritroveranno a cantare nelle basi militari americane in Vietnam.

Un documentario che commuove e diverte.

 

Intervengono: la regista WILMA LABATE e le protagoniste ROSSELLA CANACCINI e VIVIANA TACCHELLA

 

 

Ore 23.30 Le donne raccontano la realtà (Documentari nelle piazzette)

 

LA MEMORIA DEL CONDOR

di Emanuela Tomassetti

Italia  2018 – 78 min

 

Col ’Processo Condor’ si è fatta luce sui 43 latinoamericani, di cui 23 di origine italiana, uccisi o scomparsi durante gli anni delle dittature.

Le testimonianze e le immagini di repertorio illuminano il valore della memoria.

 

Intervengono: la regista EMANUELA TOMASSETTI ed il legale dei familiari ARTURO SALERNI

 

DOMENICA 28 LUGLIO

Ore 18.00 TAVOLA ROTONDA – OPPORTUNITA’ DI CRESCITA SUL TERRITORIO

 

Intervengono Michele Emiliano Presidente Regione Puglia, Simonetta Dellomonaco Presidente Apulia Film Commission, Toni Matarrelli Sindaco di Mesagne, Andrea Coluccia Media Desk di Bari, Ilaria Ricci Archeologa – Parco Dei Messapi, Fabio Marini Location Manager – Passouno Produzioni.

 

Ore 19.00 Lezioni d‘autore (Auditorium del Castello)

 

Masterclass sulla narrazione di LIDIA RAVERA.

Dall’irriverenza di ‘Porci con le ali’ al valore de ‘Il terzo tempo’, lo sguardo di un’autrice che ha segnato l’immaginario del paese.

 

 

Ore 21.15 Prima serata (Arena nel Castello)

 

LA NOTTE DI S. LORENZO

di Paolo e Vittorio Taviani

Italia 1982 – 105 min

 

Riportato al suo splendore originale grazie al minuzioso restauro della Cineteca Nazionale, torna al pubblico uno dei capolavori dei Fratelli Taviani.

Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes, il film è un racconto sulla Resistenza toccante e necessario.

 

Intervengono: la costumista LINA NERLI TAVIANI (membro del Comitato D’Onore del Festival) e la scrittrice LIDIA RIVERA.

No Comments