December 6, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Off Occhiali Mesagne 3 – Assi Brindisi 2
Parziali Set: 25-20 (25′); 20-25 (25′); 13-25 (20′); 25-21(30′); 18-16 (20′).

Off Occhiali Mesagne: Miceli,Arinze 12, Manisi 9, Agostinelli 13, Novia, Meccariello 7, Altomonte 8, Murri 16, Indriollari, Carrozzo, Riparelli 5, Caforio (L1) 1, D’Errico (L2). All. Giunta

Assi Manzoni Brindisi: Corallo 18, Antonaci 11, Greco, Iacca, Casalino 2, Dellarocca (L1), Scaglioso 9, Benefico 0, Cristofaro 14, Pindinello, Taurisano
23, Palazzo (L2), Avallone. All. Chionna

Mesagne: muri 5, bat.sb.10, Ace 9, errori 31.
Assi Brindisi: muri 8, bat.sb. 13, Ace 4, errori 30.
QUI MESAGNE

L’aria di derby in provincia di Brindisi per la sfida tra Mesagne Volley e Brindisi ha regalato enormi sorprese alle formazioni e alle tifoserie, che hanno gremito il Palazzetto dello Sport di via Udine senza mai far mancare il proprio supporto alle squadre.
Uno spettacolo entusiasmante che ha visto vincere il Davide della situazione, la Off Occhiali Mesagne Volley, contro il Brindisi- Golia di Ida Taurisano. Se le padrone di casa giocavano per guadagnare punti in vista della salvezza, le ragazze di coach Chionna (ex Mesagne, ora chiamata ad allenare le brindisine) per raggiungere la vetta del campionato, puntando alla promozione diretta.
Un sogno che si infrange contro le ragazze di Simone Giunta, che ha saputo dare un nuovo sprint alle proprie atlete, che combattono punto su punto.
Ad arbitrare il match, i sigg. Francesco Di Maria di Francavilla Fontana (Br) e Cesare Mazzotta di Cellino S. Marco (Br).
A definire il clima di festa , la società mesagnese ha voluto consegnare delle rose rosse alle sue ex giocatrici che oggi vestono i colori del Brindisi.
La partita è cominciata con un minuto di silenzio per le vittime del terremoto de L’Aquila, che distrusse la città 5 anni fa. Una triste ricorrenza in cui il Mesagne Volley si è stretto attorno alla propria centrale, Barbara Murri, che ha vissuto quella terribile esperienza sulla propria pelle.
Una dura preparazione del match porta subito le mesagnesi a tener testa alle avversarie, che non riescono mai a staccare le padrone di casa. Il testa a testa avviene sino al punteggio di 8-8, poi c’è solo il Mesagne: gli ace alla battuta e i punti di Murri, Meccariello e Agostinelli portano le mesagnesi sempre in vantaggio, fino a chiudere il primo set sul 25-20.
Ovviamente il Brindisi, squadra che punta alla vetta della classifica, non può sopportare un risultato simile. Eppure, dalle prime battute del secondo set, è ancora il Mesagne a portarsi in avanti, sino al 15-15, su cui le brindisine ingranano la marcia e chiudono il set a proprio favore sul 20-25.
Tutto da rifare, per le mesagnesi e nel terzo set sembrano ormai aver gettato la spugna. Un set da dimenticare per le padrone di casa, che si fermano a quota 13 punti, mentre le brindisine sembrano ipotecare la vittoria finale. Ma il Brindisi deve piegare la testa dinanzi al Mesagne, che stacca di 4 punti sull’8-4 e lo mantiene costante sulle avversarie, sino al 21-20, quando riescono a racimolare punti. Il set, però viene chiuso dalle gialloblu per 25-21.
Il tie break, da sempre una lotteria, questa volta premia la squadra che si è saputa meglio gestire in campo per tutto l’arco del match: punto su punto per tutto il set, ci pensano Manisi e Murri a mettere la firma della vittoria per il Mesagne Volley. Fondamentale per la salvezza delle mesagnesi, che si portano a 22 punti insieme al Benevento. Un successo del sestetto base della squadra: Arinze, Meccariello, Agostinelli, Murri, Altomonte, Riparbelli e il libero Caforio, ma non solo. A fare la differenza nella seconda metà del match è la giovane Francesca Manisi, insieme agli altri innesti in squadra di Novia e Miceli.
Queste le parole del coach Simone Giunta, che orgoglioso della squadra ha dichiarato:”Il derby era sentitissimo da ambo le parti anche per gli obiettivi di entrambe le squadre. Ovvio che per noi il risultato era fondamentale per la salvezza. Una partita tirata, andata avanti per 2ore e 21 minuti, che ha premiato chi ha avuto una maggiore crescita in questo periodo.” Una squadra che cresce in campo grazie anche allo staff che la segue, anagraficamente giovane ma molto preparato: Sandro Passaro vice allenatore, Andrea Sportelli (allenatore del settore giovanile che domenica mattina ha conquistato la finale under 14) e Alberto Guarini scout man.
Prossimo impegno per la Off Occhiali sarà in trasferta, contro il Rota Volley Mercato San Severino sabato 12 aprile alle ore 19.

COMUNICATO STAMPA MESAGNE VOLLEY

 

QUI BRINDISI
Primo posto sempre più lontano per le brindisine dell’Assi Manzoni Volley che hanno ceduto al Mesagne. Il derby atteso per il posticipo della 22^ giornata è andato, dopo due ore di gioco tiratissimo, alle padrone di casa della Off
Occhiali che se lo sono aggiudicate per 3 a 2. Una gara delicatissima per entrambe le formazioni prese ognuna dal proprio obiettivo: il Mesagne era in cerca di punti salvezza, mentre il Brindisi, che punta alla promozione, cerca di avvicinarsi ancora al primo posto. Ma seppur non matematicamente fuori dalla portata dell’Assi, il vertice della classifica al momento rimane saldo nelle mani delle salentine del Cutrofiano che si allontanano sempre di più dopo la vittoria sul Benevento, rendendo l’ambizione biacoazzurra un vero e proprio miraggio. Sono 9 ora i punti che distanziano le leccesi dalla squadra di coach Patrizia Chionna, che con il punto inanellato ieri si appaia al secondo posto con le salernitane dell’Orakom, sconfitte dall’Isernia per 3-1. Restano appena quattro gare per realizzare il sogno e l’Assi è consapevole che saranno tutte finali. A partire proprio dal prossimo turno che la vedrà impegnata nello scontro diretto contro il Cutrofiano.

 

Ufficio Stampa Assi Manzoni Volley Brindisi

No Comments