May 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

La notizia dello stanziamento, da parte del CIPE, di 60 milioni di euro per la realizzazione di un raccordo tra l’aeroporto del Salento e la rete ferroviaria nazionale è sicuramente positiva e costituisce una conferma della volontà del Governo nazionale di tenere in considerazione le esigenze del nostro territorio. Disporre di una adeguata dotazione infrastrutturale, infatti, ci consente di aumentare la competitività delle province salentine, con vantaggi concreti per diversi comparti economici.

 

Tutto questo, però, potrebbe essere vanificato dalla sempre più evidente carenza di collegamenti ferroviari ed aerei. I nostri associati ci segnalano, ad esempio, che per lunedì 5 marzo non è disponibile da tempo un posto in aereo o in treno per raggiungere la Capitale. Ed il maltempo che imperversa nel Paese rende estremamente difficili anche i collegamenti su gomma. Ciò significa che il Salento è praticamente isolato dal resto del Paese, con le conseguenze che si possono facilmente immaginare, anche dal punto di vista economico per le imprese di Brindisi, Lecce e Taranto.

 

Agli impegni assunti e mantenuti in campo infrastrutturale, pertanto, dovrà essere collegato un impegno concreto per aumentare considerevolmente l’offerta trasportistica aerea e ferroviaria. E’ così che si aiuta il Mezzogiorno a crescere, partendo proprio dalla possibilità per le nostre imprese di affacciarsi sui mercati nazionali ed internazionali. E senza la possibilità di spostarsi, purtroppo, tutto questo non è possibile.

 

 

Franco Gentile

Presidente CNA Brindisi

No Comments