April 8, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Di seguito riportiamo integralmente il testo della lettera con la quale il movimento “Sì Democrazia” chiede all’Autorità Portuale di valutare la possibilità di acquistare l’ex sede della Banca d’Italia in piazza Vittorio Emanuele (posta in vendita) per farla divenire propria sede e liberare l’ex stazione marittima e poterla restituire alla sua originaria destinazione d’uso.

Brindisi, 28 gennaio 2014
Gent.mo
Prof. Hercules Haralambides
Presidente Autorità Portuale
Piazza Vittorio Emanuele II, 7
72100 Brindisi

Oggetto: Sede ex Banca d’Italia.
Gentilissimo Presidente,
notizie di stampa riportano la decisione della Banca d’Italia di vendere parte del proprio patrimonio immobiliare, tra cui il prestigioso immobile sito a Brindisi in piazza Vittorio Emanuele, già sede di Brindisi della Banca d’Italia.
Con la presente sono a chiederLe di valutare la possibilità di acquisto di
detto immobile da parte dell’Autorità Portuale di Brindisi, al fine di
adibirlo a propria sede, attualmente sita nella ex Stazione Marittima.
Il trasferimento della sede dell’Autorità Portuale, infatti, consentirebbe di destinare la Stazione Marittima all’originaria destinazione di accoglienza dei passeggeri in transito nel porto di Brindisi, e comunque ad altro uso che consenta di meglio valorizzare tale
manufatto, anche in relazione alla sua particolare posizione sul lungomare
di Brindisi.
Con osservanza
Avv. Roberto Fusco
Consigliere Comunale del Movimento di Sì Democrazia

No Comments