December 16, 2019

Print Friendly, PDF & Email

Che a Mesagne ci sia fame di sport è un fatto risaputo. Che la gente sia legata ai propri colori è una storia che affonda le proprie radici negli anni d’oro del calcio anni ‘60. Tuttavia, se qualcuno ci avesse detto che nel giorno della “Fiera di novembre” oltre 600 persone avrebbero affollato e infiammato il Palasport di via Udine, probabilmente qualche dubbio in più ci sarebbe venuto.

 

Vogliamo partire dal ringraziamento al pubblico, dopo un’esaltante vittoria per 3-1 contro il forte Volley Cave, perché molto spesso si sottovaluta l’apporto incredibile del tifo nello sport moderno. Abituati a vedere stadi e palazzetti semideserti, si è perso il piacere del tifo caldo, corretto e spontaneo. Quasi dappertutto, ma non a Mesagne, dove si gioca con una media di 500-600 spettatori per gara. Grazie! Grazie davvero a tutti.

 

Alla vigilia del match, coach Giunta deve rinunciare a Demilito, bloccata da uno sfortunato infortunio (un grande in bocca al lupo per una pronta ripresa). Per il resto, formazione tipo con Abbracciavento al palleggio, Labate (k) opposta, Iacca e Mazzotta centrali, Culiani e Cristofaro laterali, Zurlo libero. In panchina, oltre alla seconda Zurlo, Demitri, Rosato, Liguori, Lapenna e Prete.

 

L’inizio di gara è in salita per le gialloblu: le romane piazzano subito un break di 0-3, ma vengono riprese sul 4-4 grazie ad un buon turno al servizio di Mazzotta. Si va avanti all’insegna dell’equilibrio fino a metà del set, quando la Divella Mesagne allunga sul 13-10 e successivamente sul 18-15, punteggi che corrispondo ai timeout richiesti dalla panchina del Cave. Dopo il secondo tempo, tuttavia, le ragazze del Presidente Sportelli si spengono e vengono prima rimontate sul 19-19 e poi sorpassate fino al 22-25 che chiude il gioco. Un set a luci ed ombre, perso per qualche errore di troppo in ricezione ed a causa di ben 6 errori al servizio.

 

Nel secondo parziale non c’è gara. Le gialloblu entrano in campo cattive ed aggressive, mettendo subito sotto le avversarie grazie a 3 aces consecutivi di Mazzotta, in grande spolvero oggi. Tecnicamente c’è poco da aggiungere, se non una lode a Cristofaro e Culiani per l’ottimo set giocato (25-13).

 

Il terzo set è quello che decide l’incontro. Si parte con ritmi un po’ più lenti rispetto ai giochi precedenti, ma al giro di boa Mesagne allunga fino al 18-11 che pare tingere di gialloblu la partita. Il copione, invece, non ammette variazioni sul tema e regala al pubblico mesagnese un finale di set thrilling, con la formazione ospite che recupera fino al 20-20, va avanti di un punto, ma poi cede all’impeto delle padrone di casa che chiudono sul 25-23 grazie ad un mani-fuori di Cristofaro. Da segnalare un bellissimo recupero in tuffo per capitan Labate, nel momento cruciale del set, che fa esplodere il Palasport e traccia la via per il controsorpasso.

 

Nel quarto gioco, Cave appare fisicamente più scarico del Mesagne e forse tramortito dalla mancata rimonta precedente. Si gioca al gatto col topo, con la Divella che prova la fuga più volte venendo costantemente ripresa fino al 19-16, massimo vantaggio nel set, che di fatto chiude la partita. Le romane non riescono più a reagire e Mesagne chiude in scioltezza sul 25-19 una partita tutta cuore, grinta e tecnica, alla presenza delle alte cariche dello sponsor Global Service, molto soddisfatte per l’ennesima vittoria in campionato.

 

Iniziamo col dire che Cave ha dimostrato tutte le qualità che erano state evidenziate nel prepartita. Questo aggiunge ulteriore merito alla vittoria delle ragazze di mr. Giunta, sempre più rivelazioni del campionato e sorrette da un pubblico da categoria superiore. Ottima la prova di squadra della Divella Mesagne, impreziosita a turno da Culiani, Cristofaro e Mazzotta, oggi alternatesi come trascinatrici nelle varie fasi della partita.

 

Grande soddisfazione in casa gialloblu, come sottolineato dalle parole del Direttore Generale Ercole Saponaro, che a fine gara sottolinea il cuore della squadra a dispetto del periodo sfortunato tra infortuni e malanni stagionali. Una grande dimostrazione di forza, secondo Saponaro, per una formazione che sta acquisendo sempre maggior fiducia nei propri mezzi e consapevolezza del ruolo di guastafeste, da ora fino alla fine del campionato.

 

Divella Mesagne Volley: Abbracciavento 5, Labate 4, Iacca 11, Mazzotta 14, Culiani 19, Cristofaro 14, Zurlo 1, Demitri, Rosato, Liguori, Lapenna e Prete. All. Giunta, Ass. Zurlo.

 

MAURO POCI

No Comments