February 20, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Su tutto il territorio agricolo e forestale della città di Brindisi, i proprietari e i conduttori a qualsiasi titolo di terreni, aree e pertinenze incolti o a riposo, devono attivare entro il 15 giugno 2018, le necessarie opere di prevenzione antincendio mediante la pulizia dei suddetti siti, provvedendo alla rimozione di erba secca, sterpi, residui di vegetazione ed ogni altro materiale infiammabile.
E’ questa la misura disposta dall’ordinanza n. 26 emessa il 22 Maggio scorso dal Commissario Straordinario del Comune di Brindisi, Dott. Santi Giuffrè

Le violazioni ai divieti e alle prescrizioni sono soggette alla sanzione amministrativa pecuniaria da €. 50,00 a €. 500,00 estinguibile con le modalità previste dalla legge 689/81.

Tutti i cittadini, in caso di avvistamento di incendio, a contattare con sollecitudine
uno dei seguenti numeri:
– 1515 COMANDO CORPO FORESTALE
– 115 VIGILI DEL FUOCO
– 0831229522/23 COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE

Nel periodo dichiarato dalla Regione a rischio incendi, che coincide con la stagione balneare (1° giugno/30 settembre), la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata, mentre il Comune, anche su segnalazione degli organi di controllo preposti, ha facoltà di sospendere o di vietare la combustione dei residui agricoli all’aperto in tutti i casi in cui sussistano condizioni meteorologiche o ambientali non favorevoli, disponendo il rinvio delle operazioni di bruciatura in considerazione delle condizioni e delle esigenze locali.

L’ordinanza rende pubblico il contenuto del Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 266 del 30 aprile ed è consultabile sul portale del Comune di Brindisi e all’interno dell’Albo Pretorio.

No Comments