November 30, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Nella giornata di oggi 6 novembre 2019 si sono riunite le segreterie territoriali di Brindisi di FIM-FIOMUILM-FISMIC-UGL-COBAS per analizzare la grave situazione in cui versa il gruppo DEMA – DCM – DAR alla luce di quanto emerso nell’incontro del 30 ottobre 2019 tenutosi presso il Ministero dello Sviluppo Economico.
Le scriventi ritengono inaccettabile quanto esposto in quella sede dall’ Amministratore Delegato del gruppo in quanto più che un piano industriale è stato posto in essere un mero calcolo matematico che prevede il licenziamento di 213 e non chiarisce il destino dei dipendenti della DCM che sono coloro che ad aggi hanno pagato il prezzo più alto in seguito all’acquisizione della GSE e al successivo piano DRaGO.

Riteniamo che sia utile nei prossimi incontri approfondire stabilimento per stabilimento (DCM compresa) i carichi di lavoro e gli addetti necessari alla realizzazione dei programmi ma soprattutto le prospettive e gli investimenti che l’azienda intenderà mettere in atto per un piano di rilancio.

Siamo convinti, pur comprendendo la gravità della situazione, che il tutto possa essere risolto con l’utilizzo di ammortizzatori sociali conservativi e pertanto qualsiasi dialogo tra le parti prevede per noi una discriminante alla quale non intendiamo rinunciare:

ALLA FINE DEL PERCORSO NESSUNA UNITA’ DOVRA’ ESSERE ESTROMESSA DAL MONDO LAVORATIVO
tenendo presente anche l’ampia disponibilità offerta dalla Regione Puglia, in presenza di una valida prospettiva di rilancio, a finanziare ammortizzatori sociali, formazione e a cofinanziare progetti tecnologici innovativi.
Invitiamo le istituzioni locali e regionali, i politici e i parlamentari del territorio ad attivarsi e a sostenere i lavoratori e le OO.SS. in questo percorso affinchè il territorio brindisino non debba pagare nuovamente dazio in termini occupazionali e a tal proposito sarebbe gradita la loro presenza ad un occupazione simbolica della sala consigliare del Comune di Brindisi che le OO.SS. unitamente ai lavoratori metteranno in atto dalle ore 17 alle ore 19 di lunedì 11 novembre.
Qualora la società non intenda mettere in atto percorsi alternativi a quanto già illustrato metteremo in campo tutte le iniziative di lotta necessarie.

Segreterie Territoriali di Brindisi FIM-FIOM-UILM-FISMIC-UGL-COBAS

No Comments