February 22, 2024

Brundisium.net

Sabato 23 e domenica 24 settembre a Mesagne torna la Fiera Medievale Franca. L’evento, organizzato dal “Gruppo Storico città di Mesagne” in collaborazione con la sartoria “Meghy Costumes d’Epoque”, può contare sul patrocinio della città di Mesagne – che chiude con l’attesa rievocazione storica il cartellone estivo -, della Regione Puglia, sul riconoscimento del ministero per i Beni Culturali e sul contributo della cooperativa “Oasi” nell’ambito del progetto SAI, sistema di accoglienza e integrazione di minori stranieri non accompagnati. Giunto alla sua XIX edizione, si svolgerà vestendo con i colori e i sapori di atmosfera medievale le piazze e le strade dell’antico borgo. Partner d’eccezione è la compagnia “Atto Terzo”. Frutto di una proficua sinergia tra pubblico-privato – che fa della valorizzazione del territorio e della promozione delle attività culturali la sua ragion d’essere e insieme il suo obiettivo prioritario – l’evento si avvale del sostegno del G.A.L. Terra dei Messapi, del Duc “Castrum Medianum” e di Banca Popolare Pugliese.

Preziosa la partecipazione dei gruppi storici provenienti da altri Comuni italiani – Altamura, Bernarda, Conversano, Gravina, Leporano, Latiano, Lucera, Melfi, Pulsano, Putignano, Termoli -, e la collaborazione di Isbem, del “Lions Club Mesagne”, della Scuola Media Caduti di Marzabotto e dell’IPSSS “Morvillo-Falcone” di Brindisi. Partecipano i rappresentanti istituzionali delle città italiane legate dal gemellaggio che unisce sui temi storico-culturali della Fiera. Gli organizzatori ringraziano l’intera compagine di supporto, includendovi i ristoratori mesagnesi che aderiscono all’iniziativa e la collaborazione professionale del parrucchiere Gabriele Zullo.

Sabato 23 settembre, a partire dalle ore 17, il corteo in abiti d’epoca aprirà il programma della manifestazione, percorrendo la Villa Comunale per far sosta sul prato del Castello. A seguire, gli spettacoli al cospetto di Federico II, tra le fedeli riproduzioni di accampamenti medievali e degli strumenti di tortura, tra animazioni con spettacoli di fuoco, balli e incantatori di serpenti. Non mancheranno, per lo stupore di grandi e bambini, l’esibizione dei falconieri, tamburi ed esercitazioni di tiro con l’arco, immersi tra i numerosi banchetti espositivi a tema unico, il Medioevo.

Si continua domenica 24 settembre, dalle 17:30 e fino alla mezzanotte, con sfilate e attrazioni che alle 18.30 culmineranno in uno dei momenti più attesi, la suggestiva scacchiera vivente in piazza Orsini del Balzo, evento che – in caso di pioggia- si svolgerà all’interno della palestra della scuola elementare “Giovanni XXIII”, in via Materdona. A seguire – in piazza Orsini alle ore 20 – andrà in scena lo spettacolo teatrale “Storie di un cantastorie” della compagnia “AttoTerzo”, un’iniziativa che in caso di maltempo si terrà presso il Teatro Comunale, via Federico II Svevo. La partecipazione agli eventi è gratuita.

No Comments