October 4, 2022

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Caro Dario,

sono passati quasi tre anni dalla tua ascesa in Cielo e molti dei tuoi vecchi amici continuano a sentire la tua mancanza. In tutto questo tempo abbiamo continuato a credere che l’ arte e l’ amicizia siano il miglior mezzo per vivere una vita luminosa e piena di speranza.

La radio è stata la nostra palestra di vita per continuare a sognare un futuro diverso, il coraggio di rimanere, amare e difendere il nostro territorio.

Non tutto è andato come volevamo. Molte cose sono cambiate nel corso degli anni, il tempo, a volte le opportunità e un po’ di fortuna non sempre sono state dalla nostra parte.

Il futuro è rimasto stampato nella nostra testa, ma oggi, con un’età importante e con tanti acciacchi, i tuoi amici, nonostante tutto, continuano ad avere ancora la giusta ambizione, manifesto del non arrendersi, dell’orgoglio e di una nuova terra promessa: quella terra che hai sempre descritto bene nei tuoi racconti e nel bellissimo e sempre attuale libro “Sangue Brindisino”.

 

Oggi è rimasto poco di quell’arma tagliente fatta di ironia, tua fedele amica.

La tua scrittura, sciolta e penetrante ci manca perché avrebbe migliorato e dato un senso diverso alla qualità dei tantissimi articoli e comunicati che oggi documentano l’oscurità dello spettacolo on line. Sono convinto che finanche la satira e le tue trasmissioni radiofoniche si sarebbero rifiutate di commentare. Dicono che la nostra amata città sia rimasta un posto triste e mediocre, ma non è così.

Continuano ad esistere piccole e grandi realtà private e istituzionali che con coraggio e lontano dai riflettori e dagli immancabili detrattori seriali, continuano con discrezione a voler bene e a migliorare questo “benedetto posto” in cui viviamo, attraverso la cittadinanza attiva, spesso affidabile e cordiale che allarga gli orizzonti.

Forse è un aspetto a cui non siamo molto abituati, considerato un certo tipo di atteggiamento, di costume e di mentalità retrò. Ma cerchiamo di resistere.

I social a volte rappresentano un disastro, ma hanno avuto il vantaggio di aver messo in luce queste anomalie.

 

Manca poco al giorno del tuo terzo anniversario, ci permettiamo di fermarci e di riflettere su quanto sei riuscito a trasmetterci attraverso la solidarietà, le parole scritte e quelle ascoltate dall’etere con la voglia di dire le cose a modo tuo. E ti dirò, amico mio, rimangono di un’attualità rara e degne di un’eredità senza tempo.

Perdona chi, per la seconda volta, ha tolto la targhetta arcobaleno posta sulla tua panchina di piazza Cairoli.

Doneremo loro il tuo libro “Sangue brindisino”, forse comprenderanno meglio il senso di certe azioni.

 

In occasione del terzo anniversario della scomparsa, gli amici e la famiglia ricorderanno l’indimenticato Dario Bresolin con una messa che sarà celebrata venerdi 17 giugno alle 18.30 nella chiesa di San Vito Martire al rione Commenda a Brindisi.

 

MARCO GRECO

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com