February 17, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Happy Casa Brindisi-Banco di Sardegna Sassari: 77-83 (17-21; 39-39; 55-60; 77-83)
HAPPY CASA: Banks 24, Brown 2, Zanelli 7, Iannuzzi 5, Gaspardo 7, Thompson 15, Stone 8, Ikangi 9, Campogrande ne, Cattapan ne, Guido ne. All.: Vitucci.
BANCO DI SARDEGNA: Spissu 8, McLean 5, Bilan 12, Evans 18, Pierre 17, Gentile 5, Vitali 12, Jerrells 6, Magro ne, Bucarelli ne, Devecchi ne. All.: Pozzecco.

Arbitri: Carmelo Paternico’ – Christian Borgo – Alessandro Nicolini.

 

Happy Casa Brindisi sfiora la vittoria nel dodicesimo turno del girone di andata di Lega A, affrontato in completa emergenza senza due pedine del calibro di Martin e Campogrande. Nel big match del PalaPentassuglia a vincere è la Dinamo Sassari per 77-83, ora al secondo posto in coabitazione con Milano.
La squadra di coach Vitucci interpreta in maniera perfetta il match, determinata in attacco e energica in difesa contro le molteplici armi offensive del Banco. Il ritorno di Adrian Banks (top scorer con 24 punti) è linfa vitale per la Happy Casa, capace di resistere all’allungo di Sassari a inizio terzo quarto (55-66) per mettere il naso avanti sul 72-70 grazie ai punti del capitano e alla regia di un lucido Thompson.
Priva per l’ultimo quarto e mezzo di Tyler Stone, uscito anzitempo per raggiunto limite di falli, la caparbia prestazione di Iannuzzi e del prezioso Ikangi permettono a Brindisi di giocarsi la partita in volata. La tripla di Spissu e l’arresto e tiro di Vitali indirizzano nel finale i 2 punti in direzione ospite dopo l’assolo di Evans, primo violino con 18 punti a referto.
Il rammarico per il risultato finale non deve oscurare la prestazione sopra le righe di una squadra a corto di rotazioni ed energie preziose.

Mercoledì sera 11 dicembre, si ritorna a giocare in casa per la Champions League contro i lituani del Neptunas Klaipeda. Il prossimo turno di campionato, sabato 14 dicembre, Brindisi affronterà la trasferta di Bologna contro la capolista Virtus Segafredo Bologna.

 

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

No Comments