November 15, 2019

Print Friendly, PDF & Email

“Si è liberi quando si gode della libertà della differenza. Si è liberi quando si ottiene il rispetto dell’altro e lo si ricambia dello stesso rispetto”

 

E’ questo il messaggio lanciato dal Prefetto Valerio Valenti stamane nel corso della manifestazione organizzata dalla Prefettura di Brindisi d’intesa con il Comune capoluogo presso l’ex Convento di Santa Chiara per celebrare il “Giorno della Memoria”.

 

Il programma della cerimonia ha visto protagonisti anche quest’anno gli studenti di diversi istituti scolastici di Brindisi (Licei Marzolla – Simone – Durano, Fermi – Monticelli e Palumbo, ITT Giorgi, IPSIA Ferraris e l’I.I.S.S. De Marco-Valzani).

 

Varie sono state le forme artistiche ed espressive con le quali i ragazzi hanno voluto ricordare i tragici eventi della Shoah, a partire dalla brochure della manifestazione, realizzata con un art work del Liceo Artistico “E. Simone”.

 

Particolarmente apprezzata è stata anche l’opera degli studenti dell’Ipsia Ferraris che per l’occasione hanno riprodotto un campo di concentramento realizzando una installazione artistica in ferro lavorato al tornio. I ragazzi del Liceo Musicale “G.Durano” hanno eseguito alcuni brani molto suggestivi, tra i quali anche il noto Schindler’s List, mentre gli studenti del Liceo Marzolla e Fermi-Monticelli hanno letto alcuni brani sul tema della Shoah. Particolarmente suggestive sono state le testimonianze del Comandante Vincenzo Cafaro (classe 1922) e Pietro Parisi (classe 1924) che rivolgendosi ai giovani hanno sottolineato l’importanza della memoria e dell’impegno che viene richiesto a ciascuno perché non si ripetano le atrocità del passato.

 

Nel corso della manifestazione è stata consegnata una medaglia d’onore conferita dal Signor Presidente della Repubblica alla memoria del signor Giuseppe Petrelli di San Donaci che ha vissuto l’esperienza dell’internamento nei campi di concentramento nazisti.

 

COMUNICATO STAMPA PREFETTURA DI BRINDISI

No Comments