August 9, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Dio mio che squallore , che offesa alla dignità dei brindisini , che offesa a chi ha votato , a chi ha creduto in una idea, a chi ha fatto una scelta di vita, a tutti i militanti di sinistra a tutti gli iscritti del Pd a tutti quegli uomini , donne e giovani che hanno cantato “Bella Ciao” in piazza, insomma a tutto un mondo fatto di ideali di certezze e contenuti , che, se pur diversi dai nostri, meritano sempre rispetto , con la consapevolezza, che pur da posizioni diametralmente opposte sulla visione della società, essi sono caratterizzati da un interesse di fondo , cioè quello di far bene per la propria città, per il proprio paese.
Ma la politica è fatta anche di falsità , bugie ed opportunismi e di uomini capaci di fare accordi politici elettorali con tutti pur di raggiungere il loro obiettivo, essi non hanno dignità politica , non hanno nessun valore ideale, per loro il bianco è uguale al nero ed il rosso è il colore di facciata. Questa gente và espulsa dalla politica attraverso la pratica del voto ragionato ed attraverso un ricambio generazionale vero.
RICCARDO ROSSI deve dimettersi lo deve alla sua gente , lo deve alla sinistra tutta , lo deve alle sardine , lo deve a tutta quella gente perbene che ha deciso di sceglierlo rispetto al galantuomo Roberto Cavalera.
Un uomo della strada , che ha vissuto sulla strada , che ha fatto i suoi errori , che ha pagato il conto con la giustizia e che ora è un lavoratore della Brindisi Multiservizi ha denunciato ed ammesso che la destra sovranista di cui egli faceva parte ha votato Rossi, non tutta ma la maggior parte , che egli è riuscito insieme ad altri a ribaltare la campagna elettorale di Rossi contribuendo a girarli 1500 voti al quartiere Paradiso, quartiere periferico fatto di tanta brava gente ma anche con tanti ed innumerevoli problemi sociali e giudiziari . Queste dichiarazioni sono state fatte in una pubblica assemblea alla presenza della Digos con riprese filmate e registrazioni . ROSSI non ha risposto a queste accuse gravissime ed ad altre relative all’assegnazione di commesse alla Brindisi Multiservizi , per lavori effettuati presso il centro di accoglienza di Via Provinciale san Vito senza nessuna delibera ma solo con una stretta di mano e forse mai pagati, incassando il colpo come un boxer di professione.
Questo lavoratore in campagna elettorale era uno dei fans più accesi del candidato Sindaco Massimo Ciullo espressione del movimento + 39 e di tutta una parte della destra sovranista.

Egli si è speso in giro , nei comizi , sui social per il candidato Ciullo arrivando alcune volte al limite della denuncia per alcuni atteggiamenti assunti, insomma asserire che era l’ombra del candidato Sindaco non era un esagerazione.

 

Le accuse sono gravissime riguardano, se vere, danni erariali per il Comune e per la Brindisi Multiservizi di cui qualcuno deve rispondere, ma soprattutto sul trasferimento di quei 1500 voti la procura deve indagare per verificare se esistono ipotesi di voti di scambio.

 

Politicamente le dichiarazioni rappresentano un terremoto a sinistra , in quanto confermerebbero i sospetti che tutti i partiti della coalizione che appoggiava il Candidato Sindaco Cavalera avevano “ Rossi è stato eletto con i voti della destra sovranista, quella stessa destra che una volta eletto, con atteggiamenti di facciata, ha cercato di combattere con la votazione di Ordini del giorno, di documenti votati in Consiglio Comunale, con l’esaltazione dell’integrazione e la condanna dell’integralismo razzista dal quale egli ha preso i voti per farsi eleggere: “VERGOGNA” ha preso in giro una citta’ ed un popolo di Sinistra, deve DIMETTERSI.

Se non lo farà o non lo costringeranno, sarà la dimostrazione che la politica esce sconfitta su tutti i fronti , ma soprattutto il mondo politico della sinistra esce frantumato nei suoi principi ed ideali.

 

Concludo con un pensiero rivolto a Roberto Cavalera, nostro candidato sindaco, che ci ha messo la faccia, la propria professionalità, la propria trasparenza, i propri ideali: Caro Roberto, abbiamo perso perché qualcuno ha venduto e qualcuno ha comprato turandosi il naso, ma abbiamo vinto moralmente e politicamente, il nostro progetto politico rimane valido , con un centro destra unito fatto da uomini diversi dal passato e con la presenza di tanti giovani , di tante donne e uomini che vogliono impegnarsi per il proprio territorio , dobbiamo tutti continuare ad eliminare ed estromettere dalla politica chi ritiene che essa sia solo a suo uso e consumo dobbiamo estromettere chi ha tradito i suoi ideali , mi auguro che la Lega espelli dal suo gruppo consiliare e dal suo partito il Consigliere Comunale Massimo Ciullo , lo dobbiamo alla coalizione di Centro Destra, lo dobbiamo alla Sinistra vera fatta di ideali e comportamenti corretti, lo dobbiamo alla città.

 

 

Claudio Niccoli
Idea per Brindisi

No Comments