February 1, 2023

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Parziali: 26-19, 39-36, 53-56, 70-68
Enel Brindisi: Scott 4, Carter 14, Goss 16, Cardillo 2, Moore 8, Invidia n.e., Donzelli n.e., M’Baye 9, Samuels 9, Joseph 5, Sgobba n.e., Spanghero 3. Coach: Sacchetti
EA7 Milano: McLean, Fontecchio 8, Hickman 9, Raduljica 4, Macvan 11, Pascolo 4, Tarczewski 2, Cinciarini 7, Sanders 9, Abass 8, Cerella n.e., Simon 6. Coach: Repesa
Arbitri: Sahin, Vicino e Bartoli.

 

Nella partita della sensibilizzazione alla costruzione di un nuovo palasport, la New Basket Brindisi batte i campioni d’Italia di Milano e torna a sperare nei playoff.

E’ stata una vittoria di squadra, di una squadra che ha imparato a giocare d’assieme sapendo valorizzare le tante individualità. Brindisi ha dominato l’EA7 per i primi due quarti subendo soltanto poco prima di metà gara il rientro dei reduci dell’Euroleague. Nel terzo quarto, i biancazzurri hanno sofferto l’iniziativa di Macvan e compagni ma nel quarto periodo, Goss e Moore hanno esploso il loro ponteziale e Milano ha dovuto cedere i due punti.

Adesso per i pugliesi si aprono nuove prospettive per i playoff. A patto di non commettere più gli errori che hanno caratterizzato le gare contro Sassari e Pesaro, regalando quattro punti che, a questo punto della stagione, pesano ancora come macigni.

 

Brindisi parte con Moore, Scott, MBaye, Joseph e Samuels. Milano risponde con Hicman, Abass Sanders, Macvan e Tarczewski.
Dopo la palla a due, tutto il Palasport partecipa all’iniziativa della curva dei tifosi della New Basket Brindisi per sensibilizzare la città alla costruzione di un nuovo palazzetto. Dopo aver srotolato un grosso striscione “non resteremo seduti davanti alla vostra immobilità. Amministrazione non fermerete la nostra passione” i tifosi presenti fanno due minuti di assoluto silenzio. Quando il tabellone segna 8:00 parte il coro “Il Palazzetto, vogliamo il palazzetto”.
Nel frattempo, in campo Milano si porta sul 2-6. Nei tre minuti successivi, anche sull’onda dell’incitamento del pubblico, Samuels e MBaye impattano (8-8) anche se Brindisi “perde” temporaneamente Nick Moore, gravato di due falli in 4 minuti.

Brindisi ha un sussulto dopo 6’30 quando Carter, appena entrato al posto di Samuels, realizza cinque punti consecutivi (bomba e schiacciata) regalando il primo vantaggio ai suoi (17-13 a 3’05”) con Repesa costretto a chiamare time-out.
L’Enel però continua a difendere bene e ad attaccare benissimo in transizione (23-15). Cincirini e Macvan accorciano a -4 prima che Spanghero metta a segno la bomba che chiude il primo quarto sul 26-19.

 

Anche nel secondo quarto, Brindisi continua giocare con cuore e cervello e vola subito al +10 con Samuels e Carter (31-21). Milano giganteggia sotto le plance e riduce a -6 (31-25) con Sacchetti che chiama timeout per mettere a posto qualche meccanismo. La mossa sembra avere successo perché al rientro i padroni di casa tornano a +10 (35-25).
Milano realizza pochissimo (6 punti in 6’30”) ma quando si scatena, in appena 30”, riesce a dimezzare lo svantaggio con Radulica e Macvan (35-30) . La reazione di Brindisi è buona (canestri di Carter e Mbaye) ma Milano è più concentrata e riesce ad andare al riposo sul -3 (39-36).

 

Una bomba di Joseph ed un a penetrazione di Samuels inaugurano il terzo quarto (44-36) poi Milano serra le fila, difende con maggior mordente e la gara torna in sostanziale equilibrio (46-43 a metà periodo).
Le due squadre si affrontano a viso aperto con il divario che, per diversi minuti, oscilla tra i due e quattro punti a favore di Brindisi fino a che una bomba di Fontecchio segni il pareggio (51-51 a 1’31”). Ed è una tripla dello stesso Fontecchio a chiudere il quarto con il nuovo vantaggio lombardo: 53-56.

 

Quarto periodo molto tattico. Il primo canestro è a firma di Nic Moore  dopo 1’28” (55-56). Dopo il canestro di Cinciarini, Goss sigla il pareggio (58-58). Poi è la volta di Moore a realizzare da tre punti, subire fallo e mettere dentro il libero (62-60 a 6’39”). La partita diventa bellissima: Hickman da tre regala il nuovo vantaggio a Milano ma Goss ristabilisce le distnze (65-63). Macavan, dalla lunetta fissa il punteggio di metà periodo sul 65-65. Goss riporta Brindisi a +2.

Dopo il time-out chiamato da Repesa, si resta per lunghi minuti senza realizzare. Il primo canestro arriva dalla lunetta a 1’10”: è Scott, dopo il quinto fallo di Hickmann, a realizzare 1/2 (68-65).

Sul fronte opposto realizza da tre Cinciarini. Cambio versante e fallo di McLean su Scott, che va in lunetta a 29” dalla sirena. Per lui è ancora 1/2 (69-68). Palla a Milano, McLean sbaglia, rimbalzo di M’Baye che va in lunetta a 5” dal termine. Il primo va dentro, il secondo no. Milano non riesce a costruire l’azione ed è vittoria.

 

 

 

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com