November 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Sono molto felice dell’approvazione del mio ordine del giorno e del gruppo consiliare Brindisi bene comune a sostegno del disegno di legge contro l’omolesbotransfobia e misoginia “ misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi legati al sesso, al genere, all’orientamento sessuale e all’identità di genere“. Felice dell’evoluzione della discussione alla Camera dei deputati ripresa proprio ieri, con nuovi emendamenti e la richiesta di estendere le previsioni degli articoli 604 bis e 604 ter Del codice penale anche ai delitti commessi per ragioni legate alla disabilità della vittima. C’è da registrare inoltre la bocciatura delle pregiudiziali di costituzionalità. Sono momenti importanti questi, per la società civile tale se tale deve essere, perché queste azioni ricoprono l’importante ruolo di dare piena dignità a tutte le persone, di sensibilizzare e informare l’opinione pubblica verso la cultura delle differenze.

È così che si compie il mio ruolo di consigliera comunale, rispettando e rappresentando tutta la popolazione.
Pieno sostegno alla proposta di legge che include il genere sessuale, amplia la legge Mancino anche alla violenza esercitata sulle donne in quanto donne. Un passo importante se si pensa che il nostro paese è uno dei pochi in Europa a non avere ancora una legge che protegga adeguatamente le persone LGBTI+. Oltre l’aspetto che concerne le pene previste, si punta a un piano di formazione per dibattiti e attività nelle scuole e centri contro le discriminazioni grazie all’assistenza legale, sanitaria e psicologica.

Come si può pensare di fermare il processo sano che va verso la costruzione della “cultura del prossimo“? Come può una persona solo pensare di avere più “diritti di un’altra“?

La scelta di non partecipare a queste decisioni non è un buon segnale e non tocca me trarre delle conclusioni. Anzi, ne traggo conclusioni personali che mi accompagnano nella conoscenza del prossimo. Ecco, la conoscenza del diverso.

 

Anna Maria Calabrese
Consigliera comunale e capogruppo Brindisi Bene Comune

No Comments