October 27, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Un importante riconoscimento è stato assegnato alla scrittrice brindisina Simona Pino d’Astore con il suo romanzo-verità “Cuorineri” (Graus Edizioni), alla decima edizione del premio internazionale “Spoleto Art Festival Letteratura”, una rassegna che si conferma sempre più vincente e punto nevralgico della letteratura.

L’opera prima della D’Astore, che racconta l’ascesa di tre ragazzi ai vertici dell’organizzazione criminale della Sacra Corona Unita sta facendo parlare di sé, ottenendo ottimi riscontri anche di critica. Da “Milleunlibro”, la trasmissione RAI dedicata ai libri condotta da Gigi Marzullo a testate come “Antimafia 2000”, il romanzo si sta dimostrando un’opera piena di emozioni, sorprese, inquietudini, paure e speranze. La scrittura semplice ma spumeggiante ha colto nel segno anche nel cuore della giuria dello “Spoleto” che così, sabato scorso 28 settembre, ha assegnato all’autrice della scuderia Graus ritirare il premio letterario nella splendida località umbra.

 

Felicitazioni e congratulazioni sono stati espressi dall’editore e fondatore della Graus Edizioni, Piero Graus nei confronti di Simona Pino d’Astore.
La Graus Edizioni si rivela una casa editrice capace di scovare autori esordienti di belle speranze così come avvenne quando pubblicò il romanzo d’esordio di un giovane scrittore, poi balzato agli onori della cronaca, conosciuto con il nome di Maurizio De Giovanni.

 

No Comments