November 28, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

“Sospesa la didattica in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado”.
Lo ha annunciato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, su Sky Tg24 nel corso della trasmissione “I numeri della Pandemia”.
Cosi il governatore ha spiegato la decisione: “Abbiamo verificato che l’aumento dei contagi è coinciso con la riapertura delle scuole”. Ha poi aggiunto: “Nelle scuole primarie abbiamo numeri pesantissimi, restano escluse dal provvedimento le scuole per l’infanzia, dove la frequenza non è obbligatoria”.

In serata si attende il provvedimento ufficiale.

 

Poche ore prime l’Ansa aveva anticipato la proposta di Luigi Nigri, referente pugliese e vicepresidente nazionale della Federazione italiana medici pediatri (Fimp): la sospensione delle lezioni scolastiche per 14 giorni e riorganizzazione del sistema dei test, con l’utilizzo del tampone rapido da fare direttamente a scuola per il rientro degli studenti in isolamento.

Secondo i pediatri pugliesi occorre una pausa di tutte le scuole, per almeno due settimane, per riorganizzarsi e dare il via libera ai test rapidi da eseguire direttamente nelle scuole per evitare alle famiglie i disagi e le attese per prenotare un tampone. La Regione Puglia sta valutando l’ipotesi.

 

Nel pomeriggio l’assessore alle Politiche della Salute, Pier Luigi Lopalco, aveva esternato la sua preoccupazione: “Il numero giornaliero dei casi in costante aumento delinea uno scenario preoccupante. Sebbene infatti molti di questi casi di positività si riferiscano a soggetti che non hanno particolari problemi di salute, una percentuale comunque consistente nei prossimi giorni dovrà avvalersi di cure mediche, aumentando ulteriormente la pressione sul sistema ospedaliero. Stiamo lavorando incessantemente su due fronti: per rafforzare le attività di contact tracing sul territorio e per preparare il sistema ospedaliero ad accogliere la progressiva ondata di casi. Ai cittadini rinnoviamo il nostro appello a limitare al minimo indispensabile ogni contatto sociale e di rispettare rigorosamente le norme di igiene”.

No Comments