April 15, 2024

Brundisium.net

Di seguito riportiamo integralmente una lettera aperta inviata da Camilla Tamborrino, Presidente del comitato “Genitori per la Buona Scuola”, al Sindaco di Ostuni, Gianfranco Coppola, all’assessore alla pubblica istruzione, Maristella Andriola e a tutti componenti di Giunta e Consiglio comunale.

 

 

Egregio sig. Sindaco Dott. Gianfranco Coppola e preg.mo Assessore alla pubblica istruzione avv. Maristella Andriola, Ill.ma Giunta e Consiglieri tutti.

 

Ancora una volta sono mio malgrado costretta a scrivere, essendo rimaste inascoltate tutte le mie, anzi le Nostre, precedenti come se Noi genitori, appartenenti al Comitato e non, fossimo dei mitomani, forse anche un po’ esibizionisti. E, forse, ben altro visto le minacciate azioni legali nei confronti della sottoscritta e del comitato!

 

 No sig. Sindaco, la maggior parte di noi sono semplici cittadini, non esposti in politica che hanno più volte segnalato problematiche circa il sistema mensa, che non solo sono state negate, pur nell’evidenza dei fatti sottoposti alla Vostra attenzione, ma ancor più grave sono stati totalmente ignorate!!

 
Sappia sig. Sindaco, noi siamo gli stessi cittadini a cui tante volte ha stretto la mano prima e dopo la campagna elettorale ed a prescindere per chi abbiamo votato, io personalmente per Lei, e ben lo sa chiunque mi conosca un po’, ed a prescindere che il nostro numero possa fare una qualche differenza politica, abbiamo quantomeno il diritto di essere ascoltati e di poter discutere delle Nostre difficoltà attraverso un serio confronto.

Ed invece no, avete deciso TUTTI non solo di ignorarci, ma ancor peggio deriderci facendoci passare per gente che non ha niente di meglio da fare.

Le assicuro che non è così, non ci aspettavamo certo che pubblicamente ci riconosceste la ragione ma pensavamo, sbagliando, quanto meno che potessero interessarVi i nostri disagi, che le assicuro che non sono di pochi!!

 
Ora ci dica Lei quanti sono i disagi relativi alla mensa, rendendo pubblici i numeri dell’informatizzazione della mensa il numero corretto dei bimbi che ne usufruiscono e gli iscritti telematicamente, il numero dei pasti consumati e quelli realmente pagati. Il numero delle assenze comunicate e quelle reali…

Signor Sindaco io le posso solo dire che, ad oggi, io e tantissime altre mamme per protesta non stiamo pagando da mesi, con la speranza che così la Nostra Voce diventi più “alta” per farci ascoltare.

 

 Lei sa che è previsto dal “regolamento della mensa” che a tre pasti dalla fine del credito dovremmo essere avvisati?

Beh glielo dico io e lo ritrova sul sito.

Lei sa quando Noi, che non paghiamo la mensa da oltre due mesi, abbiamo avuto “l’avviso”?

Oggi giorno 24 febbraio 2017 ho ricevuto questo “Ostuni- servizio mensa: CIB——- il numero dei pasti residui è0..” quando il mio debito personale è €48 e qualcosa!!!

 
Sì è vero Sindaco tutto funziona perfettamente, l’Ospedale è “in ferie” e la Vasca al Pilone non deturperà l’ambiente!!!!
E i cittadini vissero felici scontenti ed ignorati!!!!!

 
Tanto dovuto a chi per stima segue me e le mie bizzarie….

 
 Camilla Tamborrino
(una mamma qualunque)
Presidente comitato “Genitori per la Buona Scuola”

No Comments