October 21, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Con la determina n. 78 del 12.2.2021 l’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana ha indetto una selezione pubblica per la copertura di un incarico dirigenziale a tempo determinato presso l’Area urbanistica, ai sensi dell’art. 110 D. Lgs. 267/2000.
Tale incarico era stato ricoperto negli ultimi tre anni dall’ing. Rosabianca Morleo ed è cessato a causa dello spirare del termine massimo di durata previsto dalla legge.
La stessa ing. Rosabianca Morleo ha ritenuto, insieme a numerosi altri professionisti, di partecipare alla selezione pubblica che in definitiva ha visto quale assegnatario dell’incarico l’ing. Leonardo Scatigna.
Ciononostante l’esito della procedura ha scatenato una sorprendente quanto inedita levata di scudi da parte di alcuni esponenti politici locali, intervenuti “a protezione” della candidatura dell’ing. Morleo e spingendosi fino a ipotizzare che alla base della scelta dell’Amministrazione Comunale di preferirle un altro professionista ci siano state non meglio specificate oscure ragioni.
In realtà nelle stanze di Castello Imperiali non è stata consumata alcuna congiura, ma è stata semplicemente espletata una procedura disciplinata dalla legge: l’ing. Scatigna, così come i suoi predecessori nel ruolo, ha concorso per la copertura di un incarico dirigenziale a tempo determinato, essendo intervenuta la naturale scadenza del contratto della dirigente in carica.
Dunque nessuno è stato cacciato, trattandosi di un rapporto di lavoro a tempo determinato, e non esistono prelazioni sul rinnovo di questo tipo di incarichi.
Non sappiamo quali siano gli elementi di conoscenza sulla base dei quali gli esponenti politici in questione (alcuni dei quali non ricoprono da tempo alcuna carica pubblica) abbiano ritenuto di potere seriamente sostenere che l’ing. Morleo, che era arrivata al Comune di Francavilla Fontana attraverso la stessa procedura di selezione ora in contestazione, fosse di sicuro più qualificata, più preparata e più meritevole degli altri numerosi candidati, anche perché si può presumere che di questi ultimi non conoscano non solo il profilo professionale, ma nemmeno i nomi.
Ma al di là di questo ci sono alcuni dati che registriamo con preoccupazione.
Il primo è di carattere politico e ambientale. È la prima volta, per lo meno a memoria di chi scrive, che un parterre politicamente così variegato e apparentemente contrapposto si espone in maniera così accorata e veemente per sostenere le ragioni di un singolo professionista che partecipa, da uscente, ad una selezione pubblica. È un elemento che deve indurre a un’attenta riflessione tutta l’opinione pubblica.
Il secondo dato è di carattere culturale, prima ancora che giuridico.
Dalla lettura degli interventi in questione si desume che l’ing. Morleo avrebbe maturato, per ragioni non meglio specificate, il diritto di risultare assegnataria di un incarico pubblico e che lo sgarbo commesso dall’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana sarebbe consistito nel non averla preferita ad altri concorrenti che legittimamente aspiravano al medesimo incarico.
Insomma si contesta il mancato favoritismo, cioè di non avere istituito una corsia preferenziale a beneficio di singoli, a dispetto di una procedura di selezione disciplinata dalla legge.
A coronamento di questo autentico teatro dell’assurdo alcune gravi insinuazioni basate, per ammissione del loro più esplicito autore, sui “si dice”. Un dato che evidentemente restituisce, da solo, la misura dello spessore e della serietà di tali teoremi, oramai definitivamente degradati ad autentiche farneticazioni.
In questi giorni l’Ing. Morleo ha ripreso servizio presso l’Ente del quale è dipendente, ossia il Comune di Mesagne: a lei rivolgiamo un ringraziamento per il lavoro svolto e auguriamo di raggiungere gli obiettivi che si è prefissata per la sua carriera.
Auguri di buon lavoro anche all’Ing. Scatigna.

 

Firmato: IDEA PER FRANCAVILLA, ART.9, LIBERA, DIREZIONE FRANCAVILLA

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com