October 20, 2021

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Anas (Gruppo FS Italiane) ha ultimato la fase principale dei lavori che consente di riaprire oggi al traffico il tratto della strada statale 172 dir “Dei Trulli” a Fasano in provincia di Brindisi.

 

Gli interventi effettuati, dal valore complessivo di oltre 14 milioni di euro, rientrano nell’ambito dei provvedimenti per l’adeguamento e la messa in sicurezza del tratto compreso tra il km 6,500 e 9,500 della SS172 dir “dei Trulli” e delle relative intersezioni, tra i territori di Fasano e Laureto, in Provincia di Brindisi.

 

L’apertura al traffico è stata effettuata nel corso di un incontro, alla presenza dell’Ing. Nicola Marzi Responsabile Project Management e Progetti Speciali Anas per la Puglia e dell’ing. Pietro Paolo Romita direttore dei lavori. In rappresentanza delle istituzioni locali sono intervenuti Fabiano Amati consigliere regionale, Francesco Zaccaria sindaco del comune di Fasano e Antonio Pagnelli assessore alle opere pubbliche e mobilità del comune di Fasano.

 

Il tratto di strada, in oggetto è inserito nell’altipiano collinare delle Murge, caratterizzato da elevate pendenze e da numerose curve a raggio ristretto.

In quest’ambito Anas ha eseguito un’importante opera di adeguamento ai fini della sicurezza per l’utenza.

Il primo intervento ha visto la realizzazione dell’allargamento della sede stradale a 9,50 metri, la realizzazione di due rotatorie che regolamentano l’intersezione degli incroci presenti al km 8,600 e al km 9,400 a Fasano.

Sulla porzione di strada interessata dai lavori, sono stati realizzati muri di controripa e sottoscarpa per permettere la modifica plano-altimetrica della tratta per una somma complessiva di 12 muri di altezza variabile, realizzati in cemento armato e rivestiti in muratura a secco con pietra locale.

Inoltre, nell’ambito del progetto è stato realizzato un impianto d’ illuminazione delle due rotatorie e dello Svincolo Selva.

I lavori in progetto prevedono la ripavimentazione della sede stradale esistente e la sostituzione delle barriere di sicurezza di ultima generazione.

Di notevole impegno, per Anas è stata la realizzazione delle opere di mitigazione ed inserimento ambientale nel pieno rispetto del territorio naturale. Il risultato dei lavori effettuati apporterà vantaggi concreti in termini di maggiore sicurezza, per l’utenza che si sposta ogni giorno per lavoro e per turismo.

Le attività complementari per il compimento dell’opera saranno effettuate entro il 28 agosto 2021, data prefissata per permettere la manifestazione della gara automobilistica locale.

 

Il Sindaco Zaccaria ha ricordato l’antefatto che ha portato ai lavori di messa in sicurezza e in particolare l’incidente del 2008 in cui persero la vita sei persone: “Ringrazio Anas e la Regione Puglia – ha detto il sindaco – il mio primo pensiero oggi va alle vittime che 13 anni fa morirono in quel tragico scontro che resta nella mente di tutti noi. Finalmente oggi si sta completando una lunga progettazione nata da un’esigenza reale: mettere in sicurezza un’arteria che ha creato tanti problemi in passato”.

Queste le dichiarazioni del Presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati: “È fatta. Dopo tanti anni, dall’idea ai lavori, oggi abbiamo riaperto la strada 172 dir Fasano-Laureto al transito veicolare nel doppio senso di circolazione. Un’opera molto difficile di allargamento della carreggiata e di messa in sicurezza, interamente finanziata dalla Regione, realizzata allo scopo di proteggere la vita umana. Una festa, certamente, ma molto triste per la memoria delle numerose vittime”.
“Sottoscrissi il protocollo d’intesa con Anas nell’aprile 2012: sono passati nove anni di tormenti per progettazioni, nei vari livelli di dettaglio, autorizzazioni e pareri. La cosa più breve sono stati i lavori.
Da un imbuto all’altro senza mai perdere la speranza e l’entusiasmo di farcela.
Certo, le difficoltà non sono mancate, ma la materia dei problemi da risolvere è riservata alle persone prive di pregiudizi e a quelle che non osano insegnare agli altri come si fa una cosa che non sarebbero in grado di fare.
Da questo momento, dunque, il transito veicolare torna nell’ordinario doppio senso di marcia e nei prossimi giorni saranno ultimate le lavorazioni di dettaglio previste negli spazi non interessati dalla circolazione.
Su quella strada, che rende accessibili luoghi e scorci di paesaggio meravigliosi, ricomincia la vita normale, compresa la storica gara automobilistica di velocità in montagna Fasano-Selva.
Ringrazio tutti i tecnici, l’impresa e soprattutto gli operai per aver lavorato con intensità, impegno e coraggio, ingredienti senza i quali nulla di buono si può fare”.

Questa la nota del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Luigi Caroli: “l’ottimismo è solo del collega del Pd Fabiano Amati – che gioisce e fa foto per l’apertura del doppio senso di circolazione fra Fasano e Laureto, sulla famigerata Strada 172 – ma come dimostra la foto di un automobilista, postata su Facebook (che alleghiamo), la realtà è tutt’altra. Mezz’ora per fare 500 metri sotto il sole!
Da conoscitore e fruitore del territorio ribadisco che si potevano utilizzare meglio i 14 milioni di euro (il costo iniziale era di 8,5 mln), perché i lavori eseguiti non portano nessun vantaggio agli automobilisti in termini di migliore qualità della circolazione, non solo ma l’allargamento della carreggiata ha prodotto danni ambientali molto più gravi per il paesaggio ai i reali vantaggi per la collettività. A nostro avviso si sarebbe potuto intervenire diversamente, in minor tempo e con moltissimi meno fondi pubblici”.

No Comments

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com