August 4, 2020

Brundisium.net
Print Friendly, PDF & Email

Con forza e determinazione esprimiamo tutta la nostra contrarietà all’imminitene trasformazione del Centro Cara di Restinco in un Centro dove ospitare Migranti in arrivo in Italia positivi al Covid da tenere in quarantena.

L’imminente trasferimento degli ospiti del Centro Cara di Restinco circa 50 Migranti verso i centri di accoglienza della Regione Lazio per consentire di trasformare il Cara di Restinco in un centro Covid per ospitare Migranti positivi al Covid è una decisione che penalizza e mette in allarme il nostro territorio che ha già mostrato durante l’emergenza Covid dei mesi scorsi tutte le criticità della struttura sanitaria a sopportare il peso dell’emergenza, perché Brindisi, perché un territorio già segnato da tante emergenze sociali deve essere ancora una volta coinvolto in un ulteriore prova di difficoltà e di emergenza?

Non riteniamo la scelta del Ministero rispettosa della popolazione Brindisina, non rispettosa delle stesse Forze dell’Ordine che nonostante il numero esiguo di uomini con grandi sacrifici garantiscono la nostra sicurezza e non possono essere appesantiti da una situazione che per forza di cose porterà a un sistema di vigilanza particolare e continuo.

L’incapacità del Governo Centrale a gestire i fenomeni di immigrazione clandestina con quello che sta accadendo nelle ultime ore non può mettere a repentaglio la sicurezza della comunità Brindisina che con grande compostezza hanno rispettato le restrizioni imposte del Governo, hanno rispetta regole e decreti per preservare la loro salute che oggi viene messa in pericolo con una decisione sbagliata, in un luogo sbagliato, in una realtà che non può sopportare ulteriori emergenze.

 

 

Ercole Saponaro
Capo Gruppo Lega – Comune di Brindisi

No Comments