January 22, 2020

Print Friendly, PDF & Email

Gli agenti del Commissariato di Mesagne hanno tratto in arresto un 48enne originario di Treviso per violenza e maltrattamenti ai danni di una donna e resistenza a pubblico ufficiale.
Tutto è partito nella notte tra l’1 ed il 2 Dicembre quando una donna terrorizzata ha telefonato al 113 denunciando che era in corso l’aggressione da parte del suo compagno.
La pattuglia, in servizio di volante, è subito intervenuta nell’abitazione ed ha trovato l’uomo, che inveiva ancora con veemenza contro la compagna.
L’intervento ha permesso agli operanti di accertare e fotografare i “segni” della violenta lite tra i due, culminata con l’imbrattamento di muri e lo sradicamento della maniglia della porta di ingresso (verosimilmente per impedire alla donna di fuggire), la rottura del telefonino della donna e graffi sul corpo, anche dell’uomo.

I poliziotti sono riusciti a sedare la lite e ad allontanare l’uomo dall’abitazione casa, ma pochissimi minuti dopo, lo stesso 48enne, noncurante della presenza dei poliziotti, ha ricominciato a scagliarsi contro la donna e contro gli agenti intervenuti.

Il contenimento dell’uomo, che in sede di interrogatorio ha ammesso le sue responsabilità, è stato difficilissimo ed ha costretto gli operanti ad arrestarlo per resistenza a pubblico ufficiale.

L’arresto, condiviso dal p.m. di turno, è convalidato dal giudice del Tribunale di Brindisi e, in sede di giudizio diretto, sostituito con la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Mesagne.

No Comments